Le scuse della Rai a Famiglia Cristiana

By on febbraio 15, 2012
Celentano a Sanremo 2012

text-align: center;”>Celentano a Sanremo 2012

Il Direttore generale  della Rai Lorenza Lei, ieri sera deve aver vissuto un momento di grande imbarazzo durante la performance di Adriano Celentano. Non è un mistero, infatti, che il dg Rai oltre ad essere stata responsabile di rete per il Giubileo del 2000, sia stata vicina, nella collaborazione con il Vaticano, sia al cardinale Angelo Bagnasco, presidente della CEI, che a  Tarcisio Bertone, segretario di Stato vaticano. Doppio imbarazzo, quindi, quando stamattina ha offerto le sue scuse al direttore di Famiglia Cristiana Don Sciortino per  quanto detto  a Sanremo dal Molleggiato rispetto al suo giornale. Lo stesso Don Sciortino ai microfoni del programma di Radio2 ‘Un Giorno da Pecora’ ha reso noti i dettagli della telefonata. La chiamata sarebbe arrivata questa mattina sul presto, verso le nove, e secondo Don Sciortino la Lei gli avrebbe detto:”Ha detto che quanto era avvenuto era grave, e che chiedeva scusa a nome della Rai”. Non del tutto conciliante, dapprincipio, la risposta del direttore del settimanale: “Io ho semplicemente ribadito che quanto successo ieri era grave perché si usa un mezzo pubblico per fare degli attacchi diretti ai giornali. Io credo che questo episodio debba insegnare qualcosa, specialmente a chi gestisce la Rai”. Un attacco, quello di Celentano, del tutto inaspettato per Don Sciortino, anche data la segretezza sugli argomenti della performance dell’ex ragazzo della via Gluck: “Stavo vedendo Ballarò, poi ho dato un’occhiata a Rai1 proprio nel momento in cui c’era Celentano. E sono rimasto inchiodato”.

sanremo-celentano

L’intervento avrebbe lasciato il direttore si sasso, quindi. “Se sono inutile”, si è chiesto “perché si preoccupa tanto? Sono rimasto sorpreso della brutalità dell’attacco, chiedere di chiudere i giornali in nome della libertà mi pare una contraddizione”. E a chi gli chiede se avrebbe invitato Celentano a una kermesse come Sanremo risponde: “Lo inviterei, ma mi comporterei con lui come con tutti gli altri ospiti: nessuno può avere libertà e licenza assoluta”. Il settimanale Famiglia Cristiana difende quindi il suo operato, ma, conclude Don Sciortino, senza astio ma lasciando l’apertura per una conciliazione con Celentano: “Il perdono c’è sempre. Se lui vuole continuare a parlare di fede e spiritualità le pagine di Famiglia Cristiana sono a sua disposizione”.

Ma mentre l’Avvenire (anch’esso sotto attacco) giustifica le accuse dell’Adriano nazionale con le critiche rivoltegli per il cachet, persino il frati del Sacro Convento di Assisi si dicono amareggiati e delusi per quelle frasi di un artista sempre seguito con interesse ed ascoltato con attenzione, specie per quanto concerne gli appelli alla pace. Provocatorio, dissacrante, il Molleggiato ha colpito il bersaglio. Le scuse a nome della Rai sono arrivate, ci saranno anche le sue personali?

About Lucrezia Girardi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *