Mazzi: “Dalla Rai poco sostegno”

By on febbraio 17, 2012
Mazzi direttore artistico Sanremo

text-align: center;”>Gianmarco Mazzi fotoSEGUI CON NOI LA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO

E’ un Festival di Sanremo strano, questo del 2012 (leggi le anticipazioni della quarta serata). Da una parte fa il pieno di ascolti, dall’altra accende e fa divampare le polemiche. Di certo, non si può dire che quest’anno ci si annoia. Non solo per la kermesse in sé, ma anche per tutto il contorno: il torcicollo della valletta, le farfalline, la gaffe di Morandi, le grandiose battute di Papaleo, gli inediti duetti artistici che sono apparsi ieri sera sulla scena dell’Ariston regalando innegabili emozioni.

E poi c’è un’altra figura che ogni giorno si fa più interessante: Gianmarco Mazzi, il direttore artistico. Oggi tutti attendevano con ansia la quotidiana conferenza stampa, perché lui aveva promesso di rivelare le sue intenzioni per il futuro, visto che il contratto scade con l’edizione in corso. E’ arrivato, circondato dalla curiosità altrui e un po’ stressato (come biasimarlo?), quindi ha glissato chiamando in soccorso le credenze popolari: “Lo so, avevo detto venerdì pensando che fosse la fine del percorso. Mi ero distratto. E poi oggi è venerdì 17 e quindi non dico nulla”.

foto-a

Cosa significa? La cosa si conclude qui o è in arrivo un rinnovo? Resta il fatto che Mazzi è scuro in volto. Esita ancora un po’, quindi si decide a svelare il motivo del suo cattivo umore: “Ho ricevuto tanti complimenti in privato ma pochi in pubblico, tranne quelli del mio amico Mauro Mazza (direttore di Raiuno, ndr). Dalla Rai mi sarei aspettato un atteggiamento diverso nei confronti di un’edizione che sta dando ottimi risultati, realizzata in tempi brevi e con costi contenuti”. Non nega che gli siano stati messi a disposizione “mezzi e risorse”, però… però un maggiore sostegno morale non gli sarebbe dispiaciuto, ecco. D’altra parte, Mazzi non risparmia una frecciatina ai giornalisti: “uno si aspetterebbe di essere più accarezzato e invece appare sui giornali il caos o in modo diverso da com’è. Io ho avuto lucidamente in testa tutto quello che ho fatto e realizzato”.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *