Mediaset: Striscia la notizia stabilisce il record della stagione 2011-2012

By on febbraio 9, 2012
Michelle Hunziker Ezio Greggio

Touché: con la puntata dello scorso 7 febbraio, Striscia la notizia ha stabilito il record della stagione 2011-2012, sfiorando i nove milioni di telespettatori (8.983.000, con esattezza) per uno share pari al 27,92 per cento. Antonio Ricci, creatore del celebre tg satirico targato Mediaset, si sfrega le mani per il traguardo raggiunto; altrettanto soddisfatto è lo storico conduttore Ezio Greggio: “Sono al timone di questa trasmissione da 24 anni – dice – e Striscia è come la mamma: ce ne è una sola e bisogna vederla tutti i giorni! E poi Striscia fa bene alla salute: ti scalda il senso civico, migliora la pressione perché diverte e ridere fa bene! E vedendoci quotidianamente nutre il cervelletto e migliora il senso critico. Chi Striscia… campa 100 anni”. Al fianco di Greggio si alternano, ormai da tempo, l’amico Enzo Iacchetti e la biondissima Michelle Hunziker; in questo periodo tocca a lei (resa più bella solare del solito dal nascente amore con il rampollo Tomaso Trussardi): “Sono al settimo cielo! E’ l’ennesima dimostrazione del fatto che il nostro pubblico ci ama, e la cosa è reciproca. In un momento dove tutti noi dello spettacolo già con moolto meno balliamo la samba, oggi bisogna stappare una bella bottiglia di bollicine e brindare a un pubblico fedele e a un team come quello di Striscia che ‘spacca’ tutto! Grazie a tutti!”.

foto-a

Il cast del programma è completato, oltre che da un folto gruppo di scaltri inviati, anche dalle due Veline Federica Nargi e Costanza Caracciolo – sempre più affiatate a dispetto dei rumors della scorsa estate secondo i quali sarebbero state ai ferri corti – e il cucciolo Spread, co-conduttore a quattro zampe dal nome che la dice lunga. Striscia regna incontrastata nel prime time soprattutto sul target 15-34 anni, ma dà filo da torcere ai competitor Rai anche per quanto riguarda il target 15-64 anni. La prima puntata è andata in onda il 7 novembre 1988 su ItaliaUno.

 

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *