Ottavi di Champions League: Napoli-Chelsea, azzurri senza Mazzarri ma possono farcela

By on febbraio 21, 2012
L'allenatore del Napoli Mazzarri

text-align: center”>L'allenatore del Napoli Mazzarri

E’ una gara ricca di spunti, quella di stasera al San Paolo: Napoli-Chelsea, valida per gli ottavi di finale di Champions League. Strana partita, a cominciare dal pronostico. Favorito è il Napoli, che in quanto a valori tecnici sta una spanna (o poco meno) al di sotto della squadra londinese. I partenopei sono reduci da una striscia positiva, sono carichi, hanno il morale alto. I ragazzi di Villas Boas, invece, stanno facendo male in campionato, sono demoralizzati, stanchi. Peseranno anche le assenze. Su tutte quella di Mazzarri, allenatore del Napoli, costretto a lasciare il campo al vice Frustalupi in quanto squalificato per due giornate (aveva dato uno spintone a un giocatore durante la partita con il Villareal, quando ancora si era nella fase a gironi).

La chiave della partita è quello solito, almeno di quando il Napoli è al completo: il Napoli può vincere se funzionerà il tridente delle meraviglie: Hamsik (trequartista), Lavezzi (seconda punta), Cavani (prima punta). A maggior ragione contro il Chelsea, visto che il team inglese non è dotato di centrali di difesa così agili e veloci da tenere il passo ai tre ‘avanti’ della formazione azzurra.

Chelsea in posa

Dal canto loro, i partenopei dovranno tenere d’occhio Sturridge, uno dei pochi in squadra a riuscire a sviluppare gioco in velocità, a risultare imprevedibile. Per il resto, il Chelsea in genere gioca ‘di fisico’, prediligendo palle alte e cross dal fondo.

L’attesa è vissuta in maniera molto diversa tra Napoli e Chelsea. Il Napoli, dopotutto, è un outsider, può ‘permettersi’ di perdere. Il Chelsea, invece, sta soffrendo di parecchie pressioni. Non solo come squadra, ma anche singolarmente: Villas Boas si sta giocando il posto: se perde rischia di essere ‘licenziato’ da Abramovich, presidente della squadra di Londra. Nel frattempo il San Paolo ‘ribolle’: tutto esaurito ovviamente, anche se in mezzo ci saranno anche 2000 tifosi inglesi.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *