Piazza pulita, 9 Febbraio: temi e ospiti della puntata

By on febbraio 9, 2012
Formigli-la-sua-piazza-pulita

text-align: center;”>Formigli Piazza Pulita

Le dure condizioni climatiche come metafora efficace del disagio di un’intera popolazione. Per discutere su ciò che attende giovani e lavoratori alla luce della crisi che avanza, Corrado Formigli interrogherà oggi l’ex sottosegretario del governo Berlusconi Daniela Santanchè, il parlamentare del Partito Democratico Francesco Boccia, il leader della Fiom-Cgil Maurizio Landini, l’industriale Guidalberto Guidi, l’economista e ideatore del sito d’informazione “la voce.info” Tito Boeri. L’opposizione sociale alle politiche del Governo Monti è ancora priva di un’identità precisa, ma il sindacato dei metalmeccanici non ha alcuna intenzione di fare sconti, restando al fianco di chi sale sulle torri a difendere il lavoro. La presenza di Luca Telese, firma di punta del Fatto Quotidiano e conduttore assieme a Maurizio Porro del programma “In Onda” proprio su La7, darà ulteriori spunti al dibattito, soprattutto in tema di emergenza-neve: di pochi giorni fa l’accesa polemica col sindaco di Roma Alemanno sulla cattiva gestione dei disagi nella Capitale, con responsabilità rimpallate tra Comune e Protezione Civile

Giovedì sera, Piazza Pulita

Immagine 1 di 5

il talk show de La 7

Lo stesso abbandono vissuto nelle città isolate dalla neve, attende larghe fasce della popolazione più giovane, presa di mira recentemente dalle bacchettate di ministri e sottosegretari “tecnici”, che senza giri di parole hanno criticato lo stile di vita e le aspirazioni soprattutto dei ragazzi italiani. I due esponenti politici proveranno a ragionare sulle prospettive future di una maggioranza che unisce (buona parte di) destra e sinistra, nella speranza di uscire dal tunnel di una crisi dalle conseguenze sociali ancora imprevedibili. Da seguire con attenzione i reportage di Antonino Monteleone, Luca Rosini, Francesca Nava e Vito Foderà nei luoghi caldi del Paese reale. L’inviato “sul campo” Francesco Sortino (ex volto noto delle Iene, con esperienza più recente nello staff di Presa Diretta) si occupa poi di interrogare in presa diretta i protagonisti delle varie proteste in atto. Tanta carne al fuoco anche stasera, a fronte di un calo d’interesse che su La7 sta colpendo i programmi d’approfondimento portando lo share su percentuali molto basse: rispetto al promettente inizio, gli indici d’ascolto di Piazza Pulita sono precipitati di circa 5 punti (poco sopra il 4% le ultime 2 puntate). Il programma però tiene fede alle sue premesse, si muove coerentemente nel solco del giornalismo d’inchiesta, attingendo al patrimonio d’esperienza del servizio pubblico, in buona parte quello con cui Michele Santoro ha plasmato reporter del calibro di Riccardo Iacona, Guido Ruotolo e lo stesso Corrado Formigli. Ironia della sorte, l’allievo Formigli e il maestro Santoro si vedono oggi contrapposti, su due fronti roventi come le piazze cui danno voce. E se La7 avesse dato spazio ad entrambi nei suoi palinsesti, non sarebbe stato meglio per tutti?

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

3 Comments

  1. claudio

    febbraio 9, 2012 at 22:36

    è la prima volta che assisto a questa trasmissione: un orrendo senso unico, cambiato il “colore” (mediaset) potrebbe essere condotta da Emilio Fede, una vera indecenza!

  2. maisa

    febbraio 9, 2012 at 22:39

    per favore, dite alla santanchè di rispettare quei lavoratori che, stanchi di essere SCHIAVIZZATI, denunciano e purtroppo vengono licenziati. con umiltà, signora santanchè,vada per un annetto in giro per l’italia in anonimato e vedrà la vera italia! i datori di lavoro non hanno nessuna scusante! sfruttano e le leggi glielo consentono. un esempio; in fiat mirafiori da quando è stato applicato il contratto di “marchionne” viviamo con paura e non sto esagerando. ma dove stiamo andando tutti quanti? caro guidi la gente non denuncia perchè sa che è meglio il peggio che niente e voi ne approfittate! e lei,santanchè,è bello vero alzarsi la mattina e fare un cazzo come fa lei perchè il conto in banca glielo permette arriverà anche per lei la resa dei conti ! ed è vero che le lettere di dimissioni molte donne le firmano insieme alla lettera di licenziamento. denunciare? per perdere il lavoro? e cosa hai fatto santanchè quando eri al governo ? adesso pagata con i nostri soldi ti permetti pure di sputarci addosso? sento che non è lontano il tempo in cui lei e tutti i parassiti come lei dovrete dar conto a chi sta molto in alto e non è certo il suo amico berlusconi anzi lui sarà il primo a pagare per tutto il male fatto

    • Marco

      marzo 6, 2012 at 15:07

      Tecnici o politici che siano, i nostri rappresentanti istituzionali dovrebbero avere un diverso rapporto con i destinatari delle loro decisioni: a volte viene da pensare che agiscano o parlino pensando di avere a che fare con semplici numeri, non persone in carne e ossa che pagano in prima persona colpe molto spesso non loro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *