Provaci ancora prof! La quarta serie in onda dal 19 febbraio. Le anticipazioni

By on febbraio 19, 2012
Veronica Pivetti interpreta Camilla Baudino

text-align: center”>Veronica Pivetti interpreta Camilla Baudino

Ritorna “Provaci ancora prof!“. La quarta serie andrà in onda a partire dal 19 febbraio in prima serata su Rai Uno. Ancora una volta, protagonista sarà la professoressa Camilla Baudino (interpretata da Veronica Pivetti), alle prese con i suoi alunni, ma anche con casi polizieschi nei quali riesce sempre a ficcare il naso.

Questa quarta serie inizia con Camilla che ritorna in Italia dopo un soggiorno di due anni a Barcellona. Lì ha lasciato il marito (interpretato da Enzo De Caro) e la compagnia di quest’ultimo. Nella prima puntata, “Un’amore sbagliato“, la simpatica docente avrà a che fare con un caso che coinvolge uno dei suoi studenti. Grazie a questo farà la conoscenza del nuovo Commissario di Polizia, Paolo De Matteis (Flavio Montrucchio) che ha preso il posto del Commissario Berardi (Paolo Conticini). Camilla si troverà immediatamente in disaccordo con il nuovo Commissario che oltre a essere un ambizioso trentaquattrenne si rivelerà anche un incredibile rompiscatole.

Nel corso della puntata, inoltre, Camilla conoscerà un uomo molto affascinante ma dal passato oscuro. Questi si chiama Marco, è un esportatore all’estero di vini pregiati. Dopo un periodo di frequentazione Camilla scoprirà un particolare non di poco conto su di lui, tale da compromettere il loro rapporto.

Enzo De Caro

Veronica Pivetti, dunque, ritorna sul piccolo schermo. Non è un ritorno scontato, anche perché l’attrice ha rivelato di aver sofferto di depressione. La confessione è stata raccolta dal settimanale “Gente”, nel quale si legge che la depressione della Pivetti è durata addirittura 6 anni, fino al 2008-2009. L’attrice, durante questo periodo – che coinciso con le riprese di “Provaci ancora prof!” – ha pensato più volte al suicidio. In particolare, ha dichiarato: “Tu sei la causa del tuo male e non puoi fare nulla. La sola salvezza è tirare fuori il tuo dolore, parlare, chiedere aiuto, senza vergogna. Questa è una malattia seria, va curata finché sei in tempo”

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *