Quasi 6,5 milioni per “Walter Chiari – Fino all’ultima risata”. Il riassunto della seconda e ultima puntata

By on febbraio 28, 2012
alessio boni e bianca guaccero

text-align: center;”>alessio boni e bianca guaccero

Il tentativo di Enzo Monteleone per raccontare la vita di Walter Chiari nella miniserie coprodotta da Raifiction e Casanova Multimedia è stato coraggioso. Del personaggio, scomparso ormai da oltre 20 anni, non sono in molti a ricordare quanto grande è stato il contributo dato alla storia della televisione italiana. Il regista ha comunque voluto ripercorrere attraverso un lungo flashback i successi televisivi di un attore, comico e conduttore che è rimasto indelebile nella mente degli italiani di qualche generazione fa.

A interpretare Walter Chiari il bravo Alessio Boni, che in questo articolo ha spiegato come è riuscito a trasportare in una miniserie un personaggio di siffatta particolarità. Nel cast, assieme a lui, Bianca Guaccero (Valeria Fabrizi), Dajana Roncione (Alida Chelli), Gerardo Mastrodomenico (Bruno Guidazzi), Federico Costantini (Simone Annichiarico), Anna Drijver (Ava Gardner), Karin Proia (Sophie Blondel), Caterina Misasi (Lucia Bosè) e Michele Di Mauro (Carlo Campanini). Alla fine il risultato è stato portato a casa e gli italiani che hanno seguito la seconda puntata della miniserie andata in onda ieri sera sono stati 6.452.000 per uno share pari al 22,66%. Ecco quello che è successo nell’episodio conclusivo.

una-scena-di-walter-chiari-fino-all-ultima-risata

Dopo essere stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti Walter Chiari viene messo in libertà ma deve subire un lungo processo. Le cose cominciano a mettersi male. La televisione non vuole farlo lavorare se non dopo che abbia risolto i problemi con la giustizia. Alla fine viene condannato a due anni di carcere. Nonostante le parole confortanti del suo avvocato secondo il quale con la condizionale la pena potrebbe essere ridotta, Walter è disperato. Sua moglie Alida, convinta che l’uomo dica un sacco di bugie, decide di partire per l’America con il figlio Simone lasciandolo solo. Siamo a metà degli anni ’70 e una volta uscito di prigione Walter si rende conto che il mondo dello spettacolo gli ha voltato le spalle e la Rai non vuole farlo tornare in onda. Il suo unico amico è Bruno Guidazzi. Decide pertanto di portare uno spettacolo a Montecatini e finalmente riesce a rivedere suo figlio. Avendo poca dimestichezza col bambino si dimentica la sua allergia ai frutti di mare e il ragazzo si sente male.

Bruno intanto lo vuole aiutare a tornare in televisione, ma i tentativi falliscono anche perchè Walter ricomincia col gioco. L’amico gli procura un appuntamento con Rete4 ma l’attore dimentica di andarci, causando il malumore di Bruno che lo abbandona tornando dalla propria famiglia. La sua vita in televisione sembra ormai giunta al termine. Accetta di comparire per una trasmissione sul canale Antenna 3 ma la sua distrazione e il desiderio di stare con Simone gli causano enormi ritardi sul lavoro, fino a quando per un errore con gli sponsor il canale decide di licenziarlo. L’unica persona dalla quale può farsi consolare è Valeria, l’amica di sempre, che lo accoglie a casa sua. Walter, a causa dei suoi continui sbalzi di umore, ha un infarto, dal quale viene salvato in extremis prorio da Valeria. Recuperata la salute gira il film Romance di Massimo Mazzucco, una sorta di metafora del suo rapporto con il figlio Simone, grazie al quale ottiene la nomination per il miglior attore al Festival del Cinema di Venezia.

Finalmente i media e la stampa tornano a parlare di lui. Nonostante la vittoria annunciata, a ottenere il premio è Carlo Delle Piane. Il 20 dicembre 1991 Walter saluta suo figlio Simone e torna a casa con la spesa. E’ solo e nessuno cerca più la sua compagnia. Muore di fronte a una vecchia puntata di “Studio uno”.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. mario

    febbraio 29, 2012 at 21:19

    Emozionante, da vedersi tutto di un fiato. Bellissimo flash a ritroso sulla vita del grande Walter.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *