Raoul Bova in “Ultimo – L’occhio del falco”

By on febbraio 8, 2012
Raoul Bova nudo

Quasi stupisce  la collocazione di Raul Bova al decimo posto nella classifica delle rivelazioni maschili più sexy dello scorso anno.  L’attore ha dato tra l’altro prova di essere ampiamente meritevole di gratificazioni nel mondo del cinema e in quello della televisione, affermandosi grazie a requisiti di intelligenza, versatilità e sensibilità d’animo che si addensano ad un sex appealindiscusso, sorretto da un corpo scultoreo e penetranti occhi color verde smeraldo. È evidente che Raul Bova abbia saputo destreggiarsi abilmente tra generi cinematografici e televisivi più svariati, snodandosi anche più recentemente tra film thriller come “Sbirri”, per la cui realizzazione l’attore ha trascorso un mese con le forze dell’ordine assistendo  ad arresti e retate; miniserie incentrate su tematiche sociali come “Come un delfino” della quale è previsto un ritorno con una nuova serie nel 2012; pellicole cinematografiche dallo sfondo sentimentale come “Scusa ma ti voglio sposare” e commedie dai risvolti più divertenti come “Immaturi – il viaggio”.

E ora dopo il grande successo conseguito con i  film Ultimo e Ultimo – L’infiltrato”, l’attore sta per tornare in scena con la nuova fiction che ha girato per tutta l’estate , dal titolo: Ultimo – L’occhio del Falco, in onda con tre puntate su Canale 5, trasmesse il 22 e 23 febbraio. Regista del film è Michele Soavi, le musiche invece sono  a cura di Ennio Morricone.    Il cast è assortito  di attori tra cui risaltano: Valeria Bilello, Gianluca Gobbi, Edoardo Pesce, Lorenzo D’Agata, Francesco Mistichelli, Ivana Lotito, Anna Ferzetti, Caterina Silva, Alessia Barela.  Vi sarà poi la partecipazione straordinaria di Francesco Benigno che, dopo un periodo critico per la sua carriera, è stato sostenuto ed incoraggiato proprio da Bova nell’intraprendere questo progetto televisivo.

Quanto alla trama, “L’occhio del falco” ripercorre le vicende reali che caratterizzano la vita del protagonista – Totò Riina – e in maniera particolare ricalca gli ultimi dieci anni di questa. Racconterà del processo, del trasferimento al Nucleo Operativo Ecologico, del coinvolgimento con la mafia e della via d’uscita imboccata in direzione della salvezza. Raul Bova interpreta il capitano in vesti innovative rispetto a quelle tradizionalmente caratteristiche degli altri film, anche per effetto dell’acconciatura alla “mohicana”, simbolo degli indiani, e del tatuaggio, emblema della Crimor, che reca sulla spalla.

Per quanto riguarda infine il titolo, questo trae spunto dalla reale presenza di un falco durante tutte le riprese del film. Una scelta che rappresenta un intuibile richiamo a Giovanni Falcone, stimato fortemente dal capitano e un’immagine volta a rendere l’idea di libertà con lo spiegamento delle ali del falco verso il cielo. L’attore si mostra particolarmente entusiasta di questo progetto televisivo e nonostante abbia già interpretato il ruolo di Ultimo, si ritiene onorato di rivestire i panni di un personaggio la cui vita è votata all’onestà come principio principe, anche al costo di sacrifici connessi alla sua posizione affermata e all’obiettivo di perseguire il cammino tortuoso e contrastato diretto verso la  legalità.

About Marina Sarracino

Nata a Napoli nel 1987, si è laureata in Scienze del Turismo ad Indirizzo Manageriale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II dove frequenta attualmente il corso di laurea magistrale in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici. Nutre da sempre un forte passione per la scrittura creativa e per il giornalismo che si coniuga con un grande interesse per il mondo dello spettacolo. Da bambina ha partecipato come corista durante alcune delle rappresentazioni teatrali dell’opera Carmen di Bizet presso il Teatro di San Carlo. Ritiene che la scrittura sia lo strumento più fluido ed imperturbabile per dare sfogo ai propri pensieri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *