“Reginette mai più in bikini”: parola di Patrizia Mirigliani

By on febbraio 21, 2012
Patrizia Mirigliani patron Miss Italia

text-align: justify”>Calato oramai da diversi giorni il sipario sulla 62esima edizione del Festival di Sanremo, assistiamo, ancora in questi giorni, agli strascichi sulle polemiche che lo hanno caratterizzato. Fra tutte, naturalmente, continuano senza sosta le polemiche sulla ‘farfallina’ messa in mostra da Belen Rodriguez durante la seconda serata andata in onda mercoledì scorso. Proprio questa circostanza ha costretto molti a parlare di un tema particolarmente caldo, ovvero quello del corpo delle donne in televisione e di come e di quanto sia giusto mostrarlo. Sulla scia delle dichiarazioni espresse negli ultimi giorni da una voce importante come quella del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Elsa Fornero, che, dopo l’exploit della Rodriguez al Festival di Sanremo aveva parlato dei cattivi esempi in tv, arrivano oggi, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, le dichiarazioni di Patrizia Mirigliani, patron del concorso di bellezza Miss Italia, che rende pubblica la sua decisione di non far sfilare più le concorrenti del suo concorso in bikini. “Sentire il ministro Fornero sui cattivi esempi che offre la televisione mi ha fatto molto riflettere su una cosa che sentivo da tempo. E sono arrivata alla conclusione che sia inutile e fuori contesto mostrare ragazze in costume da bagno per farle conoscere meglio agli spettatori. Non penso affatto di coprirle con un burqa. Dico soltanto che non è più il tempo e il modo”. Già da qualche anno Patrizia Mirigliani ha cercato di rendere il concorso di bellezza più famoso in Italia il più sobrio possibile con le sue scelte sicuramente contro tendenza, tanto che a farne le spese, spesso, sono stati gli ascolti che negli ultimi anni sono andati sempre più calando. “Noi come tutti risentiamo della crisi degli ascolti. Anzi, forse più di tutti: perché se potessimo ospitare personaggi come Fiorello o Celentano anche Miss Italia farebbe i record. Però questo è un altro discorso. Io difendo la mia scelta: il modo più facile per far parlare del concorso sarebbe di spogliarle, le ragazze, mica di vestirle; basterebbe creare ad arte un bello scandalo da dare in pasto ai giornalisti. No grazie, non è il mio stile, non sulla pelle delle concorrenti”.

immagini-da-miss-italia

Immagine 1 di 6

Immagini da Miss Italia

La prima fra le scelte controcorrente fatte negli ultimi anni dalla Mirigliani è stata senza dubbio quella di non far partecipare ragazze al di sotto della maggiore età, seguita poi dalla decisione dell’ammissione della taglia 44, arrivando poi all’apice, stilando un decalogo di comportamento abbastanza rigido, una sorta di bon ton delle reginette di bellezza, che non prevede la possibilità per le partecipanti di avere tatuaggi troppo invasivi o piercing, lenti a contatto colorate, o extension che denaturano l’aspetto di una ragazza, raccomandando, tra l’altro, a tutte le possibili candidate, la lettura di quotidiani e libri. In più c’è da annoverare tra le scelte della patron di Miss Italia, quella di eliminare 3 concorrenti durante la scorsa edizione, per delle foto di nudo e seminudo pubblicate su internet. E sulle polemiche sulla ‘farfallina’ di Belen, Patrizia Mirigliani non ha dubbi: “Una donna come Belén, bella e brava, secondo me non ha bisogno di esibire il suo tatuaggio inguinale all’Ariston perché poi si finisce con il parlare soltanto di quello. Ed è per questo che sottoscrivo in pieno le considerazioni del ministro Fornero, mi sento lusingata dal non essere stata chiamata in causa sui ‘cattivi esempi’, e mi allineo, dando un segnale forte, da donna, alle donne”.

About Maria Rosa Tamborrino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *