Sanremo 2012, gli operai della Ims fuori dall’Ariston si appellano agli artisti

By on febbraio 20, 2012
Fabrizio Biggio si ferma a parlare con i dipendenti della Ims a Sanremo

text-align: center”>Fabrizio Biggio si ferma a parlare con i dipendenti della Ims a Sanremo

Si è parlato molto in questi giorni del Festival di Sanremo, delle polemiche e dei gossip che come ogni anno la kermesse canora produce nella stampa e nell’opinione pubblica eppure è passata quasi in sordina un dietro le quinte che fotografa perfettamente la situazione italiana, fatta di precarietà e crisi industriale. A pochi passi dal Sanremo dei fiori e dagli abiti sontuosi ed eleganti, alcuni operai della Ims ex Emi Musica, con sede a Caronno Pertusella (Varese), famosa industria produttrice di Cd e vinile con una lunga tradizione alle spalle che ha dichiarato il fallimento, hanno manifestato fuori dal Teatro Ariston per far valere i propri diritti di lavoratori. “Il Festival di Sanremo deve sostenere la più importante fabbrica di Cd in Italia. Siamo qui perché ci sono 122 lavoratori che hanno prodotto Cd per cinquant’anni – ha spiegato il coordinatore dei Cobas della provincia di Imperia, Antonio Ferrari e vogliono mantenere il loro posto di lavoro. Crediamo che il Festival della musica italiana debba sostenere questa fabbrica, che ha tutte le potenzialità per rimanere in piedi. E’ importante che la Emi, così come tutte le altre importante case discografiche, ripristino il rapporto con la fabbrica, perché crediamo che ci sia la possibilità di una ripresa”.

i-lavoratori-di-ims

E’ da ottobre che i lavoratori della Ims non percepiscono lo stipendio e nella loro lotta sono stati ricevuti da Vasco Rossi e Francesco Guccini, anche se se i dipendenti della Ims vorrebbero che si facesse un passo in più: “Ai tanti cantanti di successo che hanno manifestato a parole la solidarietà, da Vasco Rossi a Guccini chiediamo di fare un passo in più, magari organizzando loro stessi delle serate-concerto in favore degli operai”. Fuori dal Teatro Ariston gli operai della Ims hanno attirato l’attenzione di Fabrizio Biggio de “I soliti idioti” (come vi mostriamo nel seguente video), di Marcella Bella e anche del conduttore del Festival Gianni Morandi che la sera stessa ha parlato all’inizio della puntata della situazione precaria dei lavorator che, calati i riflettori sul Festival di Sanremo vanno avanti nella loro lotta sperando che gli artisti a cui si sono appellati possano ascoltare le loro istanze. In primis Adriano Celentano che aveva dichiarato di voler devolvere il proprio cachet sanremese in beneficenza. Ebbene, questa ci sembra l’occasione più consona e appropriata per dimostrare coerenza e far placare finalmente le polemiche.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *