Sanremo 2012: Mazzi sdogana il playback

By on febbraio 14, 2012
Festival di Sanremo 2012

text-align: center;”>Festival di Sanremo 2012

Questa sessantaduesima edizione del Festival di Sanremo non è nata proprio sotto una buona stella. Prima i capricci della Ecclestone che è stata cacciata dal cast ma ce ne siamo fatti una ragione senza troppo sforzo, poi il torcicollo della diciannovenne modella Ivana Mrazova che con tutta probabilità non sarà in scena stasera e, in caso di una sua miracolosa ripresa, dimezzerà la sua partecipazione alle serate: questo significa non poter vedere i suoi balletti più complicati e da una parte potremmo anche gioire per questa cancellazione dalla scaletta perché dopo i “balletti” della Canalis dello scorso anno vengono i brividi al solo pensiero di vedere altre scene simili. Ma altri malanni fisici stanno rimescolando le carte in tavola nella città dei fiori: è proprio di poco fa la notizia di un possibile ritorno del playback.

La causa di questa decisione sarebbe la siberiana: no, non si tratta di un’altra modella ma dell’influenza che quest’anno sembra essersi accanita su molti cantanti in gara, tra i quali Gigi D’Alessio e Samuele Bersani. Proprio loro durante le prove avrebbero avuto dei problemi alla voce per colpa di questa brutta influenza che potrebbe compromettere le loro performance.

conferenza-stampa-sanremo-2012

E così il direttore artistico del Festival Gianmarco Mazzi ha dichiarato: “Se ci fosse una situazione conclamata di malattia che impedisse a un cantante di esibirsi dignitosamente sul palco, io chiederei alla Rai di fare sentire comunque il suo brano, magari specificando che si tratta di un’esecuzione in playback. Bisogna tenere conto che ci sono in gioco anche investimenti sulla partecipazione di un cantante a Sanremo, che riguardano spesso il lavoro su un intero disco e mi sembrerebbe ingiusto che un malanno annullasse la possibilità di far sentire bene il brano al pubblico”.

Un ritorno al passato quindi, speriamo però che non ci sia bisogno di ricorrere a questa soluzione d’emergenza. Magari gli artisti si riprenderanno proprio come fece Antonella Ruggero qualche anno fa, che dopo qualche ora e molte iniezioni di cortisone in più, salì sul palco dell’Ariston e cantò dal vivo. L’unica febbre alla quale non si potrà rimediare è quella di Luca Bizzarri, che col suo compagno di palcoscenico Paolo Kessisoglu dovrebbe dare il via alla manifestazione. Incrociamo le dita, anche perché non vorremmo proprio perderci uno dei momenti che si annunciano tra i più divertenti della prima serata.

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *