Sanremo Story, storia e storie del Festival: 1958, la “prima volta” di Domenico Modugno

By on febbraio 1, 2012
Domenico Modugno Volare Sanremo 1958

text-align: center;”>Domenico Modugno Volare Sanremo 1958

Prosegue senza sosta il nostro “viaggio nel tempo” alla scoperta del Festival della canzone italiana, tra musica, tradizione, polemiche e novità di sessantadue anni di Sanremo:  siamo giunti alla nostra seconda tappa, dopo aver passato in rassegna la prima edizione del Festival, vinta dalla splendida Nilla Pizzi e dalla sua Grazie dei Fiori. Sanremo Story ci conduce dritti dritti al 1958, edizione storica ed “innovatrice” condotta da Gianni Agus e Fulvia Colombo: Domenico Modugno partecipa per la prima volta, e per di più con un brano di sua composizione, destinato a rimanere nella storia della musica italiana e internazionale, diventando, di fatto, il primo cantautore nella storia del Festival. In gara, tra gli altri, anche Claudio Villa, che presenta ben cinque canzoni, Aurelio Fierro, che di canzoni ne ha quattro e che è reduce dal successo di Canzonissima, e la stessa Nilla Pizzi, che torna a cantare al Salone delle Feste del Casinò municipale, dove si svolge ancora il Festival, con il brano L’edera.

L’organizzazione dell’evento, che si svolge in tre serate, dal 30 Gennaio al 1° Febbraio, passa alla società ATA che riesce, grazie ad un efficiente lavoro della Commissione esaminatrice, formata da musicisti come Angelo Lavagnino e critici come Arrigo Polillo, a mettere in piedi un’edizione promettente sin dalla vigilia: è un agitatissimo Domenico Modugno, all’epoca quasi trentenne, in abbinamento con Johnny Dorelli, appena ventenne, a suscitare l’interesse di tutti e a “rivoluzionare” la kermesse, cantando, per la prima volta, con le braccia spalancate in un Festival in cui tutti i cantanti si esibivano, da sempre, con le mani raccolte al petto. Il regolamento, intanto, diviene più articolato e avvincente: vengono presentate 10 canzoni per sera, per i primi due giorni, e al termine di ogni serata i giurati votano e decidono quali sono le 5 canzoni che hanno accesso alla finale e quali vengono eliminate. Ogni canzone viene proposta nella stessa sera in due interpretazioni diverse con due arrangiamenti, e durante la terza sera ha luogo la finale. I giurati sono ben 200, diversi per ogni serata e così suddivisi: 100 sorteggiati fra il pubblico presente in sala, 100 fra gli abbonati ad una testata giornalistica. Vince l’ottava edizione del Festival di Sanremo…

domenico-modugno-volare-nel-blu-dipinto-di-blu-sanremo

Nel blu dipinto di blu, di Domenico Modugno e Johnny Dorelli; al secondo posto L’edera, di Nilla Pizzi e Tonina Torrielli, mentre in terza posizione Amare un’altra, di Nilla Pizzi e Gino Latilla. Tre curiosità sul vincitore: la Commissione selezionatrice stava escludendo Nel blu dipinto di blu, e soltanto dopo molte discussioni viene poi ammessa tra le 20 finaliste; si racconta che, prima di salire sul palco, Modugno fosse tanto teso da spingere la moglie, per scuoterlo, a dirgli di aspettare un figlio; durante l’esecuzione il pubblico in sala batte ritmicamente il tempo con i piedi, e i tecnici Rai sono costretti pregare gli spettatori di non farlo perché il rumore arrivava sino ai microfoni. Nel blu dipinto di blu diventerà un caso discografico senza precedenti, vendendo ben 25 milioni di dischi in tutto il mondo e provocando così la definitiva “devozione” delle case discografiche al Festival. Di seguito il video dell’esibizione.

 

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *