Sara Tommasi: “Mi candido al Parlamento con Scilipoti ma solo se sono la prima della lista”

By on febbraio 24, 2012
sara tommasi e domenico scilipoti

text-align: center;”>sara tommasi e domenico scilipoti

Prima dice che Belen l’ha copiata e che l’idea di mostrare la “farfallina” in tv è stata sua durante il Chiambretti Night per protestare contro le banche (motivo per il quale fu allontanata dal programma). Ora Sara Tommasi, continuamente in cerca di fama e successo, ci riprova con un’altra iniziativa “sensazionale”, la sua probabile candidatura al Parlamento. La notizia, in realtà non ci stupisce più di tanto. Ci chiediamo come mai abbia deciso soltanto adesso di entrare in politica e non quando Presidente del Consiglio era Silvio Berlusconi. D’altronde i suoi numerosi sms al leader del PDL sono stati sotto gli occhi di tutti. Tra questi, come non ricordare i “ti amo ancora” e i “mi hai delusa”.

Oggi la Tommasi, reduce da un fidanzamento con il calciatore brasiliano Ronaldinho e famosa per la sua amicizia con Alfonso Luigi Marranoto per un libro pubblicizzato da uno degli spot più brutti e mal recitati della storia -, non ha probabilmente niente di meglio da fare che candidarsi in Parlamento. Ad appoggiare la sua candidatura Domenico Scilipoti, fondatore del partito Iniziativa Responsabile, che ha nel proprio slogan alcune frasi testualmente ricopiate dal Manifesto degli intellettuali fascisti. In un’intervista a Lettera43.it, la showgirl ha raccontato alcuni dei suoi progetti futuri. A partire dalla politica.

La Tommasi ha infatti spiegato che in accordo con Marra sta valutando l’ipotesi di accettare la proposta di Scilipoti con Il popolo degli intelligenti, anche se è stata contattata anche da altri partiti. “Marra vorrebbe finanziare Scilipoti – ha detto – ma solo se al primo posto del programma ci sarà il signoraggio bancario. Vuole che io diffonda il verbo del partito, o movimento, Fermiamo le banche. E io sono dalla sua parte”. Quello che preoccupa la showgirl è l’eventuale danno che possa subire la sua immagine nel mondo dello spettacolo dal quale ha ricevuto alcune proposte per dei “progetti cinematografici di cui non posso parlare. Ma una cosa posso rivelarla: sarò il nuovo volto di Coming Soon Tv, con Celebrity, che sarà in onda dal 7 marzo”. La condizione per candidarsi con Scilipoti però è una: “essere la prima della lista”, in modo da poter avere la certezza di entrare. “Sono nata pronta. La prima frase l’ho detta che avevo sei mesi. Non vedo l’ora di andare alla Camera”. Ma come mai Berlusconi non l’ha candidata? “Veramente mi aveva offerto un posto all’Europarlamento, ma Lele Mora gli disse che era meglio che io non sprecassi il mio talento e investissi nel mondo dello spettacolo”. In ogni caso, dice, “Berlusconi è passato di moda, ora c’è Monti”. Poi rivela altri piccoli retroscena sul suo passato in compagnia dell’ex premier. Andò infatti “ad Arcore con la Minetti, che è una mia amica. C’erano la Prestigiacomo, la Carfagna. Erano cene di lavoro”.

Quindi niente bunga bunga? “Ma va, quello se lo sono inventate quattro mignotte che non valgono un c… e che volevano essere pagate. Lei ha mai sentito personaggi prestigiosi tipo Carlo Rossella raccontare del bunga bunga?”. Ma insomma, ce la ritroveremo davvero in Parlamento? “Adesso me ne vado alle terme con mamma tre giorni, devo riflettere. Perché sai qual è la verità? Voglio un figlio. Stavo passando un brutto periodo con il mio fidanzato. Facevamo troppo sesso, ero stanca, e sono andata qualche settimana a casa dell’avvocato a riprendermi. Con lui non si fa sesso, si parla di filosofia. Ha un ingegno indiscusso”. E il conte? “Non si laurea. Io mi sono laureata in tre anni alla Bocconi, ho sgomitato, mi sono fatta strada. Lui ha 26 anni ed è ancora lì, perché è nobile, ha avuto tutto facile. Gli ho chiesto quando discute la tesi e ha risposto che l’aula all’università di Camerino non è agibile, è chiaro che prende tempo. Mi ha dato l’aut aut, dice che devo scegliere fra la politica e lo spettacolo. Ma deve capire che io voglio fare politica, e poi chi è lui per dirmi cosa devo fare? Mica è il mio manager”.

E questo figlio? Lo voglio fare in provetta, voglio fare la ragazza madre. Basta uomini. Ora vado a fare il week end con mamma alle terme e poi decido”.

Un’altra figlia del Berlusconismo è pronta a scendere in campo.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

3 Comments

  1. Francesco

    febbraio 24, 2012 at 19:57

    ecco l’utilità del suo master alla bocc..oni 😉

  2. OK MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    marzo 9, 2012 at 19:00

    Sara.. è quasi primavera.. ed in mutande Sei mozzafiato.. sul signoraggio sai bacchettarli a dovere questi illuminati che non sono altro che la solita propaganda del già famoso secondo stato che in Italia prospera e ramifica da sempre..in ogni ambiente dalle acque di piscine clorate alle acque salate di mare e come anfibi arrivano in tante terre..città e paesi..del nord Italia..Piemonte Liguria e Lombardia, non più triangolo industriale ma triangolo della massoneria.

  3. marco

    maggio 17, 2012 at 15:28

    mancavano anche le pompe a scilipoti. Le prostitute a confronto a te sono “Santa Maria Goretti”!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *