Simona goes to Hollywood: il viaggio della Ventura verso il red carpet

By on febbraio 24, 2012

text-align: center;”>Simona Ventura

Simona Ventura si è sempre sentita una super diva e nel suo nuovo programma “Simona goes to Hollywood” ha proprio trovato la sua dimensione. Con la scusa di lavorare per Sky si sta facendo una bella vacanza completamente spesata e addirittura retribuita, con la motivazione ufficiale di andare in giro per Los Angeles a cogliere aspetti inediti dell’atmosfera che si respira nella città degli angeli prima della notte degli Oscar. Simona goes to Hollywood è un countdown che condurrà la Ventura fino alla notte degli Oscar, il 26 febbraio, serata in cui sfilerà addirittura sul red carpet insieme agli altri vip. Non osiamo immaginare quanto sarà tronfia al suo rientro in Italia, roba da far impallidire l’egocentrismo di Barbara D’Urso.

E così con la scusa di far vedere al pubblico italiano come una vera star hollywoodiana si prepara alla magica notte degli Oscar, Simona si sta facendo scarrozzare su e giù per Los Angeles in limousine per incontrare stylist, chirurghi, personal trainer, make up artist e parrucchieri che si prendono cura del jet set americano. La prima puntata è andata in onda lunedì 20 febbraio su Sky1 alle 21:10 e si concluderà lunedì 27 con una puntata speciale dal titolo Simona goes to Hollywood – The day after, per commentare tutte le stranezze viste sul tappeto rosso la sera prima.

giuliana-rancic

In questa striscia quotidiana che dura poco meno di 20 minuti SuperSimo riesce a concentrare elementi come il trash e il glamour, la voglia di appartenere al mondo delle star a tutti i costi e  i look degni della costa ovest degli USA, con maxi bag con foulard annodato e occhialoni oversize d’ordinanza. Questo countdown hollywoodiano è anche un’occasione per sfoggiare il suo inglese molto alla mano interagendo con ospiti di tutto rispetto, ad iniziare da Kobe Bryant, giocatore di punta dei Los Angeles Lakers, e il dottor Norman Leaf, chirurgo plastico delle star.

Non solo star a stelle e strisce ma anche italo-americani che sono diventati qualcuno oltreoceano: nelle ultime due puntate Simona ha incontrato Giuliana Rancic, anchorwoman di E! Entertainment che parla benissimo l’italiano ma ancora meglio il napoletano, Giuseppe Franco, hair stylist delle star con la scritta “Padre Pio” tatuata sul palmo della mano destra, e Fabio Viviani, cuoco toscano trapiantato a Los Angeles che ai microfoni di Simona Goes to Hollywood ha detto “la cucina italiana non è una cucina che si vergogna dei sapori!”

C’è però da dire che un appuntamento quotidiano di nemmeno mezz’ora è un po’ poco per una Simona Ventura che è passata dalla Rai a Sky e che finora ha solo fatto la giurata ad X-Factor. Ma nonostante gli eccessi questo programma esercita sul pubblico lo stesso fascino ammaliatore di Jersey Shore: ha dei picchi talmente trash che non si può non vederlo.

About Marinella Aiello

Nasce nel 1986 a Praia a Mare in provincia di Cosenza. Dopo essersi laureata in scienze della comunicazione decide di proseguire i suoi studi diventando dottoressa magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso l’Uniroma3. La televisione è una delle sue passioni più grandi, insieme ai social network e alle serie tv americane. È diplomata in danza moderna e si occupa di organizzazioine di eventi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *