Sky provoca Sanremo. Ecco la pubblicità da oggi nei quotidiani

By on febbraio 14, 2012

text-align: center;”>pubblicità skySEGUI CON NOI LA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO 2012

Che Sky stia diventando un avversario sempre più temibile per le “grandi tv” non è una novita. Punticino dopo punticino lo share della satellitare di Murdoch continua a crescere inversamente proporzionale all’emorragia di ascolti delle generaliste. Dopo aver acchiappato il pacchetto X Factor al completo (Ventura compresa) e dopo aver promesso scintille con le esclusive sugli Oscar e sulle Olimpiadi, ora la tv da 3 milioni di famiglie abbonate “osa” spingersi fin dove le altre si sono fermate e se la “prende” pure con Sanremo.

Che nessuno tocchi il Festival, verrebbe da dire. Tutte le altre reti battono in ritirata e rispolverano un campionario di repliche che nemmeno Raiuno a Ferragosto: annullati Zelig, Italia’s got Talent, Le invasioni barbariche, Show must go off e Le Iene. Sky cavalca l’onda della polemica e sorprende tutti con una campagna pubblicitaria volutamente provocatoria: “Questa settimana o guardi Sanremo o guardi Sky”.

sky-tv

Pubblicata in fretta e furia su tutti i principali quotidiani italiani, manco a dirlo in prossimità della sezione spettacoli, la nuova campagna stampa di Sky denuncia il fenomeno della resa televisiva targata Mediaset per ribaltare la situazione a suo favore. Questo il messaggio che si trova a piè di pagina: “Il Festival di Sanremo è una grande tradizione italiana, ma c’è una televisione che non si ferma mai, neanche durante Sanremo. Ecco perché i nostri clienti sono liberi di vedere una grande TV, ogni giorno”.

Sky rimarca quindi, ancora una volta, la linea intrapresa nelle precedenti campagne della Tv differente e controcorrente. E in effetti tutti gli appuntamenti fissi, dalle serie tv (C’era una volta, Disperate Housewives, Revenge, Glee) agli appuntamenti con il cinema (Giovedì premiere) rimangono confermati. La domanda è, polemica a parte, nonostante non rappresenti certo un pericolo per Sanremo, Sky riuscirà a tenere i suoi numeri?

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *