The Show Must Go Off: puntata del 4 febbraio in onda su LA7

By on febbraio 4, 2012
The Show Must go off, logo

text-align: center;”>The Show Must go off, logo

Anche questo sabato sera il nuovo programma di Serena Dandini, “The show must go off” è in onda su LA7, la piccola rete di Telecom Italia. Nella terza puntata, la padrona di casa ospita la cantante Giorgia, di nuovo in auge dopo il successo estivo, “Il mio giorno migliore” e del relativo album (Dietro le apparenze). Ospiti della serata sono anche Giampaolo Morelli, celebre attore che ha prestato il volto all’ispettore Coliandro, e Silvio Orlando, uno degli attori della fortunata fiction “Il delitto di Via Poma”.

Ad accompagnare Serena Dandini è la solita squadra, la stessa che ha reso grande “Parla con me”: Dario Vergassola, comico specializzato in interviste demenziali, Elio e le storie tese, anch’essi portabandiera della demenzialità televisiva, certo condita con una certa dose di satira e soprattutto da tanto talento musicale.

Serena Dandini è attesa al varco. Attorno a “The show must go off” si sono addensate una marea di aspettative. Derivanti sì dall’ottimo successo di “Parla con me”, eliminato di colpo dai palinsesti Rai, ma anche e soprattutto da motivazioni ‘politiche’: la Dandini, come Michele Santoro (certo in maniera più soft) è stata ‘scartata’ nonostante i buoni risultati conseguiti in termini di audience e forse (ma per alcuni sicuramente) per cause politiche, visto che la conduttrice ha dimostrato di essere alquanto ‘sinistrorsa’.

Giorgia, ospita della Dandini

Tuttavia, i primi risultati a La7 non hanno fatto gridare al miracolo. Ma è ovvio che bisogna concederle del tempo: “Parla con me” andava in onda in seconda serata e quindi, oltre a non avere le pressioni tipiche del prime time, poteva concedersi ritmi più frenetici, una scaletta più densa. “The show must go off”, invece, si prefigge il compito di intrattenere per ben due ore: probabile quindi che la Dandini debba ancora prendere le misure del nuovo formato.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *