Whitney Houston, fa scalpore la sua foto nella bara sul National Enquirer

By on febbraio 23, 2012
Articolo di copertina

text-align: center”>Una bella immagine della scomparasa Whitney Houston

 “Sbatti il mostro in prima pagina” era l’etica professionale giornalistica che trapelava dal film del 1972 di Marco Bellocchio con lo straordinario Gian Maria Volonté e nel caso del tabloid National Enquirer in prima pagina ci ha sbattuto la povera Whitney Houston nella bara nel giorno del suo funerale celebrato sabato scorso. La morte della cantante avvenuta lo scorso 11 febbraio, aveva lasciato sgomenti l’opinione pubblica ed i tantissimi fans dell’artista, deceduta proprio alla Vigilia dei Grammy Awards per motivi ancora da accertare. Il funerale, a cui hanno partecipato molti personaggi del mondo dello spettacolo, sembrava aver chiuso le sfortunate vicende della cantante che secondo indiscrezioni pare sia deceduta per un mix di alcool e droghe (anche se il motivo del decesso è ancora piuttosto misterioso), finché il National Enquirer non ha effettuato questo lancio piuttosto di cattivo gusto, intitolando il servizio:“Whitney: L’ultima foto”. Nell’immagine infatti la cantante viene ritratta all’interno della sua bara dorata lasciata aperta in occasione delle esequie private di venerdì scorso e realizzata da qualcuno che aveva tutto l’interesse a far circolare quell’immagine shock.

funerale-whitney-houston

Nessun commento da parte della famiglia né tantomeno del proprietario della camera ardente che ha dichiarato: “Ho parlato con la famiglia di quanto è accaduto e mi hanno chiesto di non rilasciare alcun commento sul fatto”. Dura reazione invece è stata quella dei fans, molto indignati per questo scatto rubato, così intimo e allo stesso tempo irrispettoso, soprattutto perché il giornale in questione ha visto bene di metterlo in prima pagina puntando sulla spettacolarizzazione della morte. Davvero increscioso quanto accaduto, soprattutto perché aggiunge tragicità ad un evento già tragico di suo, in una mancanza di rispetto totale che non si ferma neanche davanti all’impotenza della morte. Molti giornali hanno pubblicato la foto, altri hanno deciso di evitare questo irrispettoso atto del travalicare la privacy più profonda della star: noi abbiamo optato per questa opzione poiché ci sembrava doveroso, davanti alla morte, evitare ogni intrusione voyeuristica.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *