Whitney Houston: problemi di droga anche per la figlia Bobbi

By on febbraio 21, 2012
Whitney Houston e Bobbi Houston

text-align: justify”>Foto Bobbi HoustonTale madre, tale figlia, recita un vecchio adagio. Vecchio ma spesso corrispondente alla realtà, nel bene… e nel male. Prendiamo Whitney Houston e sua figlia Bobbi Kristina Houston, nata dal matrimonio con Bobby Brown. La prima, grandissima artista e anima tormentata, dopo gli ultimi anni trascorsi a lottare con la droga è stata trovata morta – lo scorso 11 febbraio – nella camera di un hotel a Beverly Hills. La seconda, nonostante sia giovanissima, ha già avuto gli stessi problemi della madre con le sostanze stupefacenti. E pare li abbia tuttora, sempre più gravi.

Dicono che durante i funerali della madre sia scomparsa all’improvviso, e ritrovata dopo qualche ora da alcuni parenti: molto probabilmente era “fatta”. In passato ha tentato il suicidio e tende a essere preda di crolli nervosi. “I parenti sono terrorizzati dall’idea – racconta un amico di famiglia – che venga sopraffatta dagli stessi demoni che probabilmente hanno contribuito alla morte della madre. Non vogliono ammettere ad alta voce che ha un problema con la droga, ma ne sono ben consapevoli”. Ecco, ci mancava solo la negazione del problema. Intanto, pare anche che nei giorni scorsi Bobbi sia andata nello stesso albergo in cui sua madre è morta e abbia riprodotto la stessa, tragica scena, drogandosi e mettendosi nella vasca da bagno.

foto-a

Se qualcuno non l’avesse trovata per tempo, con ogni probabilità anche lei avrebbe perso la vita. I bene informati dicono che presto farà ingresso in un rehab e si sottoporrà a un processo di riabilitazione, seguita da medici che l’aiuteranno a superare questo nuovo, violentissimo trauma. Speriamo che il suo angelo custode abbia la spalle larghe e le braccia robuste…

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *