Adriano Celentano a Sanremo 2012, continua la diatriba con il dg Lorenza Lei

By on marzo 1, 2012
Adriano Celentano e Lorenza Lei

text-align: center” align=”JUSTIFY”>Adriano Celentano e Lorenza Lei

Una polemica che pare non abbia alcuna intenzione di placarsi quella tra Adriano Celentano e Lorenza Lei riguardo la partecipazione del Molleggiato al Festival di Sanremo infatti, nonostante sia calato il sipario su Sanremo da più di 10 giorni, continuano a rincorrersi i botta e risposta tra il cantante e la dirigente Rai. Dopo che la stessa Lorenza Lei in commissione di vigilanza aveva definito l’intervento di Celentano a Sanremo “un sermone inutile e inopportuno” subito è arrivato il commento del cantante che giudica l’esternazione della Lei come “un comportamento grave e lesivo”.

Per quanto gli introiti pubblicitari del Festival 2012 abbiano subito un aumento del 7% rispetto all’edizione precedente e questo aspetto sia stato sottolineato dalla dirigenza Rai, sembra che non continui a correre buon sangue tra i Celentano e la Lei, dal cantante stesso definita “vittima dei partiti” nell‘intervista esclusiva rilasciata a Sandro Ruotolo di Servizio Pubblico. Ciò però non è bastato al Molleggiato che ha diramato un comunicato stampa ulteriormente esplicativo, in cui ha sottolineato quanto la sua partecipazione al Festival fosse stata ostacolata dai vertici Rai.

Adriano Celentano sul palco del teatro Ariston

“Lo stesso dg considerava, sin dal primo momento della trattativa, ‘inutile e inopportuna’ la stessa presenza di Celentano al Festival –  si legge nel comunicato stampa – come è stato poi dimostrato con le azioni che lo stesso dg ha messo e sta mettendo in atto, stravagante e comica è la ricostruzione che sembra considerare deplorevole la partecipazione di Celentano al Festival e meritevole l’aumento degli introiti pubblicitari, facendo intendere che si tratti di due aspetti non collegati tra loro. Riteniamo comunque tale comportamento molto grave e lesivo”.

Nella nota viene messo in risalto anche la firma apposta dal cantante nella volontà di rispettare il codice etico sottolineando : “ Ci chiediamo a cosa serva un codice etico se non lo firma nessuno – visto che la dirigenza aveva sottolineato che era la prima volta che un artista firmava simile clausola – Probabilmente non lo rispetta nessuno, a cominciare dalla Rai e di questo, nell’ambito della nostra trattativa, ne abbiamo avuto una riprova”.

Sembra davvero guerra ormai tra Celentano e la Rai che ha voluto mettere anche un ulteriore carico da 90 rispetto alle ulteriori dichiarazioni: “Riguardo all’inutilità e all’inopportunità degli interventi dipende dai punti di vista. Rileviamo che la linea del dg, sin da quando è stata nominata, è quella di gestire la Rai non con i criteri di un servizio pubblico”, ed è proprio questo quanto recrimina il comunicato stampa dei Celentano che sembrano sancire una volta per tutte la parola fine alla collaborazione con la Tv pubblica, almeno finché non si avvisterà un radicale cambiamento nella gestione.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *