Antonella Clerici: shock anafilattico e notte in ospedale

By on marzo 8, 2012
foto antonella clerici

Shock anafilattico causato dall’intolleranza a un antibiotico: è questo il motivo per cui Antonella Clerici, nella notte fra il 6 e il 7 marzo, è rimasta in osservazione al Policlinico Gemelli. Ecco perché non è apparsa nella puntata de La Prova del Cuoco andata in onda mercoledì, e al suo posto la produzione ha deciso di arruolare il sempre simpatico Claudio Lippi. E’ stata la stessa Antonella a svelare il mistero tramite il suo profilo Twitter: “Che paura! Notte in osservazione al Gemelli. Grazie ai dottori e infermieri del Pronto soccorso…”. Tornata a casa, Antonella ha scritto un altro messaggio: “Adesso sto meglio, domani spero essere alla Prova del Cuoco… Il mio amico Lippi anche oggi mi ha dato una mano… Grazie!”.

Riuscirà davvero a tornare in studio in tempi record? Lo scopriremo presto. Intanto, la Clerici non nasconde la sua amarezza per le recenti avversità del destino: “Mamma mia che anno con gli ospedali… A Capodanno Maelle (la bimba nata dal legame con Eddy Martens, ndr) ieri io… Meno male che adesso stiamo bene”. Ricordiamo che, nel novembre del 2010, la conduttrice è svenuta durante una diretta del suo “storico” programma. I telespettatori e gli ospiti in studio non hanno assistito al malore, perché lei è rimasta dietro le quinte; dopo qualche minuto ha fatto il suo ingresso e si è scusata con tutti, spiegando l’accaduto con un “accumulo di stress”.

antonella-clerici

Nulla di grave, dunque, per fortuna. Ancora prima, nel 2009, mentre si trovava nella sua camera d’albero a Sanremo (città da cui conduceva “Ti lascio una canzone”) si è sentita male. Questa volta per motivi diversi: lei stessa ha raccontato di aver sentito un forte dolore alla bocca dello stomaco e alla schiena. Il medico, giunto tempestivamente, ha ricondotto questi disturbi a un reflusso gastro-esofageo, disturbo spesso riconducibile a uno stile di vita con ritmi troppo serrati. Insomma: la Clerici è un vulcano, ma ogni tanto le capita qualche attimo di cedimento. Anche se, è bene sottolinearlo, lo shock anafilattico è tutta un’altra questione. In ogni caso, speriamo si torni al più presto in formissima!

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *