Ballando con le stelle, un bilancio positivo

By on
ballando con le stelle

text-align: justify”>ballando con le stelleCi siamo: fra poche ore andrà in onda su Raiuno la finale di Ballando con le stelle, il talent show condotto da Milly Carlucci (ed eletto Miglior Programma dell’Anno al 52esimo Premio Regia Televisiva assegnato dalla Grande Accademia di Garanzia). Queste le sei coppie che si contenderanno la vittoria: Bobo Vieri-Natalia Titova, Marco Del Vecchio-Sara Di Vaira, Andres Gil-Anastasia Kuzmina, Lucrezia Lante della Rovere-Simone Di Pasquale, Anna Tatangelo-Stefano Di Filippo, Ria Antoniu-Raimondo Todaro. Quali  i favoriti? Difficile rispondere, perché quest’anno non c’è una grande differenza di livello fra i concorrenti. Di certo, però, Anna Tatangelo, Marco Del Vecchio e Lucrezia Lante della Rovere danzeranno con il coltello fra i denti e forse sono quelli che hanno conquistato maggiori simpatie da parte del pubblico.

Per non citare Bobo Vieri, naturalmente. Lui magari non arriverà al primo posto, ma la sua vittoria l’ha già portata a casa perché è riuscito a dimostrare pubblicamente la parte migliore di sé e smentire quell’immagine di orso scontroso che l’accompagnava ormai da diversi anni. E, in fondo, una sorta di coppa può già alzarla anche Lucrezia Lante della Rovere, che in Simone Di Pasquale ha trovato non solo un ottimo maestro ma anche il nuovo compagno di vita: resta da vedere quanto durerà, ma finora la coppia sembra davvero ben assortita.

anna-tatangelo-stefano-di-filippo

E a proposito di coppie: pare ci sia del tenero anche fra i giovanissimi del cast, ovvero Andres Gil e la Kuzmina. Del resto, Ballando con le stelleè sempre stato galeotto di nuovi amori (Natalia Titova e Massimiliano Rosolino, Cristina Chiabotto e Fabio Fulco, giusto per citare un paio di esempi). Insomma, nonostante abbia perso la guerra dell’audience contro Italia’s Got Talent, Milly Carlucci può considerarsi molto soddisfatta. Il “suo” Ballando con le stelle continua ad essere fra le eccezioni del panorama televisivo nostrano: tutto è all’insegna della classe, dell’educazione, dell’impegno vero. Del talento vero. E, facendo le somme, possiamo dire che la ricetta è anche a base di un apprezzabilissimo low profile. Poi gli ascolti salgono e scendono, ma l’appuntamento resta sempre assai gradito: cosa volere di più?

About Nad

Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Laura

    marzo 17, 2012 at 21:34

    Il programma secondo me è preparatp,già si sa che vogliono far vincere la Tatangelo,che non mi piace per niente,Marco Delvecchio è il più bravo e quelle sottospeci di giudici lo batostano sempre senza motivo.
    E Bobo vieri in finale non si più proprio accettare,è negato e non sa ballare.Spero proprio non lo facciano più ballando,o,se proprio devono,mettessero giudici capaci e non che vanno a simpatie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *