Berlusconi rinuncia a Vespa e Bersani ironizza: “Gli cedo il mio posto, ci vadano lui e Alfano”

By on marzo 7, 2012

text-align: center”>Berlusconi non va da Vespa e Bersani gli cede il posto

Doveva essere il giorno del ritorno: la grande rentrée di Silvio Berlusconi in tv, dopo la rovinosa caduta del governo, in quello che è sempre stato il suo ambiente più congeniale, il salotto bianco del fidato Bruno Vespa. La puntata di stasera di Porta a Porta doveva essere il primo round di una sorta di duello a distanza, tra l’ex premier e il leader dell’opposizione Bersani (ospite del programma mercoledì 21 marzo): e invece, a sorpresa, il Cavaliere ha dato forfait. Ora, posto che le volte in cui Berlusconi ha rinunciato ad un’occasione così ghiotta (monologhi ininterrotti, domande di facciata e siparietti personali) si contano davvero sulle dita di una mano, la motivazione deve essere davvero seria.

Sarà che le ultime dichiarazioni pubbliche dell’ex premier hanno creato non pochi malumori nel Pdl. Sarà che il suo delfino, il segretario del partito Angelino Alfano, non ha gradito sentir parlare di lui come un politico senza un “quid“, “una storia“. E sarà pure che l’ennesima smentita ha irritato anche i fedelissimi: “Sono stato frainteso“, aveva detto Berlusconi, in una specie di mantra che si ripete ininterrottamente da vent’anni. Sarà per questo ed anche altro che stamattina la registrazione della puntata è stata annullata all’ultimo minuto. In una nota stampa Bruno Vespa ha spiegato le ragioni del Cavaliere: “E’ stato vittima della par condicio. (…) la legge impone l’equilibrio delle presenze tra rappresentanti di forze politiche di peso equivalente. Avevamo perciò invitato per oggi Berlusconi e per il 21 marzo Pierluigi Bersani“. Il che avrebbe messo in ombra ancora una volta il ruolo di segretario politico di Alfano. Niente da fare dunque. Ma se proprio ci tiene, il Cavaliere, può cogliere l’invito di Pierluigi Bersani, che nel pomeriggio ha gentilmente offerto il suo posto in trasmissione ai due leader del centrodestra.

berlusconi-alfano

Alla notizia che Berlusconi ha fatto un passo indietro, Bersani ha ironizzato on line su Twitter: “Vespa si tolga dall’imbarazzo, inviti sia Berlusconi che Alfano. Il 21 dovrei essere a Porta a Porta. Cedo il mio posto” ha twittato il segretario del Pd. Raggiunto poco dopo dalla replica dello stesso tenore di Alfano, sempre su Twitter: ”Simpatico Pier Luigi Bersani! Tanto simpatico che piuttosto che andare a Porta a Porta dovresti andare a Ballarò, al posto di Crozza”. In questo scambio di battutine online l’ultima parola l’ha dettata lui, il padrone di casa, Bruno Vespa: “Apprezzo molto la generosità di Bersani, ma l’invitato speciale per il 21 marzo (…) resta lui e soltanto lui” replica il giornalista, che non rinuncia ad una piccola stoccata. “Dopo tante prime serate trascorse su altre reti il segretario del Pd onori della sua gradita presenza anche RaiUno“. Cosa farà Bersani di fronte a cotanto tappeto rosso srotolato apposta per lui?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *