Chiambretti Wednesday Night, un’intervista lunga un ora per Kate Winslet

By on marzo 8, 2012

text-align: center”>Piero Chiambretti Kate Winslet Wednesday Show

E’ durata esattamente un’ora, l’intervista alla hollywoodiana Kate Winslet nel salottino del Chiambretti Night per a causa di alcuni spostamenti di palinsesto è passato dalla domenica al mercoledì, ribattenzando lo show “Chiambretti Wednesday Show”. Iniziata alle 21:18 è finita alle 22:14, l’intrattenimento nel salottino d’Italia Uno non si è mai fermato, passando dalle domande sulla carriera a quelle più frivole, il tutto introdotto da numerosi RVM. Il tutto è partito con l’ingresso dell’attrice in una mise total black che ha fatto la gioia di molti uomini presenti nel pubblico. Sedutasi sul poltrona, ha accennato alla sua infanzia e quel posto le ricordava casa sua: molto piccola ma pur sempre in una città molto trafficata. Sempre sul tema aggiunge: “Sapevo che mi sarebbe piaciuto diventare attrice, lo sapevo da quando avevo 5 anni, era un impulso forte. I miei nonni recitavano, mio padre recitava… Faceva parte del mio Dna. Non volevo diventare famosa, ma stare su un palco e fare l’attrice. Sono stata molto fortunata“.

Rimamendo sulla quotidianetà, ha parlato anche un po’ della sua vita privata e dei suoi due bambini (Joe Alfie e Mia Honey): ” I miei bambini erano sul set di Carnage con me perché volevo vedessero come veniva creata la famosa scena del vomito e hanno riso molto. Anch’io mi sono divertita molto… E abbiamo provato a rifarlo a casa ma solo per puro divertimento… A mia figlia piace Lady Gaga, mio figlio preferisce Michael Jackson… Non potrei mai fare la vita di quella famosa, impazzirei se non facessi le cose da persona normale e cerco  di dare ai miei figli  tutte quelle cose normali e genuine… In cucina sono bravissima: mi piacciono le linguine e cucino tanto pollo!“.

winslet-oscar

No comment sul caso Schettino e Costa Concordia, argomento introdotto da un RVM che paragonava il Titanic alla tragedia nostrana. La donna ha detto: “Non voglio fare commenti su Schettino, non dovrei farne. Comunque conosco bene la storia“.

Non potevano mancare domande sulla sua carriera: “Girare “The Reader” è un’ esperienza di cui sono molto grata. E’ stata una parte difficile da recitare… è stato davvero difficile interpretare il ruolo di una donna che davvero non mi piaceva. di solito trovo un modo per farmi piacere il personaggio, con questo è stato davvero difficile e quando vedo questi spezzoni, mi catapunto in questa strana esperienza a cui, in ogni caso, sono grata…”

Ultimo tema, ma non per importanza, è stato quello del rapporto fra lei e Leonardo Di Caprio, attore con il quale è stata lanciata al grande pubblico con il film cult Titanic: “Con lui ovviamente sono ancora amica, lavorare di nuovo con lui è stata una gioia, abbiamo molta esperienza da condividere… abbiamo attraversato cose diverse nella vita, abbiamo dovuto sostenerci avvicendevolmente nell’ultimo film fatto assieme: è un grande attore. Mi chiedo come mai non abbia ancora vinto un Oscar, sarebbe ora. Quando lo vincerà sarò li in sala!”. Progetti futuri? Mi piacerebbe recitare la parte di un uomo in un film”.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *