Community: la serie è a rischio chiusura. Stasera la terza stagione su Comedy Central

By on marzo 21, 2012
community cover

Ci risiamo: brutte notizie per tutti i “telefilm addicted”, e in particolare per i fan di “Community”, l’originale serie targata Nbc trasmessa in Italia da Comedy Central: il telefilm è a rischio chiusura. In realtà questa è una notiziaccia per tutti gli amanti delle serie tv: “Community” infatti è un gioiellino di ironia ed eccentricità e la sua probabile cancellazione non può non essere salutata con un po’ di dispiacere. Lo show, che si è costruito nel tempo un piccolo ma fedele zoccolo duro di fan, era già stato messo da parte dal network lo scorso Dicembre per permettere una “riorganizzazione del palinsesto”. Una notizia che ha fatto mobilitare lo zoccolo duro di cui sopra in un flashmob di protesta avvenuto al Rockefeller Center la settimana scorsa.

Le cose sembravano risolte con la buona partenza di questa nuova stagione. Ma i 4,7 milioni di spettatori americani (il dato più alto della serie) non sono serviti a convincere del tutto i produttori, ancora rinchiusi negli uffici della Nbc a decidere delle sorti di Jeff e compagni. Nel frattempo, in Italia, sta per partire la terza stagione, sempre su Comedy Central (122 di Sky). Molte le novità previste a partire dall’arriva di una guest star d’eccezione: John Goodman. L’attore vestirà i panni di Robert, capo squadra riparazioni climatizzatori del campus agguerritissimo nella guerra al preside Pelton. Nella serie anche Malcolm-Jamal Warner (già visto nella serie “I Robinson”) nei panni di Andrè.

community

Nelle nuove 22 puntate rivedremo naturalmente tutti i protagonisti: Jeff, Abed, Troy, Pierce, Britta, Annie, Shirley e Chang impegnati, come al solito, nel mettere su assurdi piani di studio per completare gli esami. Come al solito, insieme a loro, anche il preside Pelton interpretato dal bravissimo Jim Rash.

Si parte stasera alle 22. Godetevi la terza serie, potrebbe essere l’ultima!

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *