Elio Germano a Quelli che il calcio: “bacerei Pierfrancesco Favino”

By on marzo 18, 2012

In occasione del lancio pubblicitario del nuovo capolavoro di Ferzan Ozpetek Magnifica Presenza, Elio Germano è ospite di Victoria Cabello a Quelli che il calcio. Ribadendo la sua poca disponibilità a pubblicizzare i suoi lavori, il giovane attore romano ha raccontato la trama della pellicola e il fascino del personaggio da lui interpretato, omosessuale sensibile e sognatore. E’ il pretesto per affrontare nuovamente in televisione il tema dell’omosessualità e questa volta lo si fa utilizzando una pacatezza dei toni (una volta tanto) ed interventi divertenti senza mai scendere nel trash. Dopo aver suggerito il binomio “gay uguale gaio”, la Cabello propone a Germano l’elenco di tutti gli attori protagonisti nelle pellicole di Ozpetek in ruoli di ragazzi omosessuali (si va da Stefano Accorsi a Riccardo Scamarcio, da Luca Argentero a Pierfrancesco Favino), dopodiché la conduttrice decide di spingersi un po’ oltre chiedendo ad Elio quale fra questi suoi colleghi bacerebbe più volentieri sul set.

Sicuramente Pierfrancesco Favino perché è un amico, ma gli consiglierei di farsi prima la barba!” ironizza l’attore vincitore della Palma d’oro a Cannes nel 2010. Dall’ipotetico bacio si passa a parlare della professione di attore e Germano dice che “recitare è un po’ come lavorare la terra: ti sporchi le mani e aspetti che esca fuori qualcosa“. Poi gli viene chiesto quale dei politici italiani interpreterebbe in un film. Chi sarà stato il prescelto?

 

elio-germano-magnifica-presenza

Sicuramente Mario Monti, è il più misterioso“. Di puntata in puntata, Quelli che il calcio si dimostra il varietà più leggero e più congeniato della domenica pomeriggio, svicolandosi dalle tematiche catastrofistiche e puritane della Cuccarini e di Domenica Cinque lasciando posto ad una comicità dissacrante, provocatoria ma mai volgare.

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *