Faccia d’angelo, quando gli anti-eroi tirano di più

By on marzo 20, 2012

text-align: center;”>Faccia d'angelo con Elio Germano

Non c’è proprio nulla da fare, le produzioni di Sky Cinema lasciano senz’altro il segno sia per qualità, sia per affezione degli spettatori e così la seconda puntata di Faccia d’angelo, ricostruzione romanzata di quella che fu l’associazione criminale denominata Mala del Brenta, ha replicato nella sua seconda e ultima puntata il record di ascolti, per un prodotto ben confezionato e costruito a dovere. Con una fotografia degna di una pellicola cinematografica e una regia sempre all’altezza della situazione, la miniserie diretta  da Andrea Porporati ha messo in relazione la qualità visiva con una storia avvincente e sconsiderata, ma non per questo meno interessante per un pubblico costantemente in cerca di emozioni.

Il successo di serie come Romanzo criminale ci hanno insegnato quanto il pubblico prediliga di gran lunga storie torbide e tormentate, soprattutto se queste abbiano nel loro precedente un fatto storico documentabile. La messa in scena della vita di Felice Manero, interpretato da un sublime e impeccabile Elio Germano, ha suscitato numerose polemiche per il fatto che la fiction italiana tende a rendere sul piccolo e grande schermo storie criminali piuttosto che la storia di personaggi positivi. Questo è anche vero, ma non bisogna mai perdere di vista il romanzo che sottende ogni storia e la tragedia umana anche dei cattivi, la cui vita dissennata e comunque perdente mette in luce la dissipatezza umana che sta dietro la sete di avidità e di potere.

cast-faccia-d-angelo

In questo contesto, Elio Germano nei panni del Toso, boss della banda criminale veneta, è risultato assolutamente calzante nel ruolo di questo personaggio contraddistinto da una forte dualità: da una parte il criminale e dall’altra l’uomo con le sue debolezze, i suoi dolori, le sue aspirazioni, soprattutto quando il cerchio intorno a lui si stringe fino all’inevitabile resa. Ottimo il cast della fiction come gli interpreti della banda criminale formata da Andrea Gherpelli, Matteo Cremon, Gianantonio Martinoni, Fulvio Molena e Diego Pagotto perseguitata dalle forze dell’ordine che hanno i volti di Carmine Recano, Nino D’Agata e Franco Castellano e gli affetti più cari del Toso rappresentati dalla madre  Katia Ricciarelli e la sua donna Linda Messerklinger, che muore in un incidente stradale.

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

2 Comments

  1. Giovanni

    marzo 21, 2012 at 22:30

    Ottima fiction uscirà anche il continuo?

  2. Miss Violet

    marzo 21, 2012 at 23:10

    No Giovanni, per ora non è previsto anche perché la storia si esaurisce con la cattura del Toso. In ogni caso se dovessero esserci novità, non mancheremo di pubblicarle. In programma sulle pagine di la NostraTv c’è un’intervista esclusiva al Moro interpretato dal bravissimo Andrea Gherpelli. Dunque sintonizzati su LaNostraTv che uscirà presto! Ciao e grazie
    MV

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *