Fede costretto a lasciare il Tg4 e nell’ultimo editoriale promette: “E’ solo un arrivederci, tornerò”

By on

text-align: center”>Fede via da mediaset: editoriale di addio al Tg4

Nel suo ultimo giorno da direttore del Tg4 Emilio Fede non ha rinunciato ad occupare la scena come nella tradizione della sua conduzione televisiva: ieri, appena arrivato negli studi di Cologno Monzese nonostante il licenziamento annunciato da Mediaset, ha bluffato con i giornalisti (e in questo l’esperienza non gli manca, da scaltro giocatore d’azzardo quale è stato) sulla risoluzione del suo contratto. “Questa azienda non ha mai licenziato nessuno“, ha dichiarato Fede alla stampa prima di barricarsi lettteralmente nel suo ufficio: l’impressione era che il giornalista non volesse lasicare il suo posto anche di fronte all’evidenza del divorzio (non consensuale) consumato con Mediaset. Una giornata convulsa e a tratti paradossale, quella di ieri, in cui Fede avrebbe cercato in extremis di ricostruire il rapporto con l’azienda, tra telefonate e incontri, osservato dai cronisti attraverso le vetrate del suo studio in cui è rimasto chiuso fino alle 17 di sera.

Fede non molla“, titolavano le pagine web dei quotidiani, finchè, dopo un incontro con i vertici e la firma della conclusione del suo rapporto con Mediaset, il direttore ha deciso di parlare: “Ho dovuto mettere la firma che lasciavo la direzione del Tg4 e mi auguro che si ricominci da una nuova proposta“. Ma niente da fare: un comunicato stampa dell’azienda ha smentito ulteriori trattative con il giornalista, il rapporto di lavoro è da considerarsi chiuso. Così Fede ha dovuto prendere atto che il Tg4 dopo vent’anni non è più suo: l’unica cosa che gli è rimasta da fare è l’editoriale di addio (in foto, ndr) ai suoi telespettatori. Un messaggio accorato ai fedelissimi che lo hanno sempre seguito, ma anche la promessa di un ritorno: ebbene sì, Fede non molla di certo la tv e lo dice chiaro e tondo. ‘Dopo tanti anni c’è emozione nel fare un intervento che è un saluto e non un addio. E’ solo un arrivederci. Altri bravissimi colleghi condurranno ma non è escluso che qualche volta torni a parlare”.

berlusconi-fede

Il direttore usa diplomazia nei confronti di Mediaset, con cui i rapporti si sono incrinati pesantemente nell’ultimo periodo: “Mi mancherete, sono 23 anni che conduco e dirigo questo tg nel massimo della libertà con un’azienda che mi ha amato e resterà amata. E’ un momento in cui l’azienda vuole rendersi più giovane e chi ha la mia età deve farsi da parte e aiutare gli altri a crescere. Non vado oltre perché mi capiterebbe di commuovermiconlude visibilmente emozionato – E’ solo un arrivederci e buona serata su Rete4“. Un editoriale breve registrato nel suo studio, visto che a Fede non è stata data nemmeno la possibilità di condurre l’ultima edizione del suo Tg. Da ieri infatti la testata è sotto la direzione di Giovanni Toti, che si è già insediato. Si è consumata così la triste dipartita di uno dei volti più noti (e consentiteci, anche più comici) della notra tv, smentendo nei fatti le parole dello stesso Fede, perchè Mediaset licenzia eccome, glielo ha ricordato il collega Enrico Mentana nell’edizione delle 20 del Tg La7: “Per la verità Mediaset ha anche licenziato e io lo posso testimoniare“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *