Fratello Maggiore: Clemente Russo non convince. Meglio un ritorno al pugilato?

By on marzo 22, 2012

text-align: center;”>Fratello Maggiore: Clemente Russo non convince

Un pessimo attore. Ecco l’impressione che ha dato Clemente Russo, campione del mondo di pugilato, alle prese con la sua prima esperienza in una docu-fiction. Ieri sera, infatti, su Italia 1 è andata in onda la puntata pilota del primo coach show italiano: “Fratello Maggiore”, un reality che si propone di raccontare due storie con protagonisti adolescenti difficili che rifiutano l’autorità dei genitori e che, per questo, saranno aiutati da Clemente Russo a ritrovare la giusta traiettoria da seguire. Per carità, le intenzioni saranno state più che lodevoli, ma il risultato è stato davvero ai margini del ridicolo. Tralasciando la struttura dell’intero format e la discutibile recitazione dei cosiddetti “adolescenti difficili”, concentriamo l’attenzione sul peso massimo originario di Marcianise. Nell’aspetto, Clemente Russo può anche rispecchiare i canoni del classico “Fratello Maggiore”, colui il quale, con la sua imponente fisicità, riesce ad incutere timore e, per questo, a far sì che gli venga riconosciuta una certa autorità. Ma, nel momento in cui è necessario parlare ai problematici ragazzi protagonisti dello show, tutte le premesse vengono a cadere. L’ex concorrente de “La Talpa” palesa in maniera inequivocabile la sorta di recita che sta compiendo, si esprime con una pessima dizione (che non nasconde le sue origini casertane) e non riesce ad assumere quell’atteggiamento grintoso ed energico necessario per affrontare simili contesti.

L’idea base era quella di affidare la risoluzione di problematiche giovanili non alla solita schiera di esperti, brava a parole ma non in grado di offrire ai giovani un aiuto concreto. Al contrario, l’obiettivo era quello di far sì che fosse “uno di loro” a salvarli. E per rivestire i panni di questo “Fratello Maggiore” è stato scelto Clemente Russo, proprio in virtù del suo difficile passato. Sono nato e cresciuto in periferia dove tutto è più difficile. Anche io come tanti giovani ho avuto una vita al limite. Solo grazie alla disciplina e al rispetto delle regole, ho raggiunto risultati importanti ma non ho mai dimenticato il mio passato, ha dichiarato il campione olimpionico in occasione del suo impegno nello show. Senza lasciarci impietosire però, è giusto dire le cose come stanno: Russo, sebbene avesse i migliori propositi, non si è dimostrato all’altezza (bassezza?) della situazione.

clemente-russo-fratello-maggiore

Non dimentichiamo che la collocazione in prima serata del primo coach show italiano su Italia 1, rete da sempre dedicata ai ragazzi e, per questo, poco avvezza a portare sullo schermo programmi impegnativi da un punto di vista sociale, è stato un vero e proprio azzardo, visto e considerato anche la scarsa qualità del prodotto realizzato. Eppure, la puntata pilota ha riportato l’8.72% di share con 2.273.000 spettatori. Non male per un programma carente dal punto di vista della struttura e della sceneggiatura. C’è da dire, però, che ad influire sul risultato auditel è stata soprattutto la novità che lo show conteneva in sé. Resta da chiedersi se l’esperimento avrà un seguito o meno. Ci auguriamo tutti di no.

About Paola Orlando

Nata a Nocera Inferiore (Sa) sotto il segno del Capricorno, è laureata in “Editoria e Pubblicistica” presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha collaborato diversi anni con “il Salernitano”, pubblicandovi articoli di cronaca ed attualità. Leggere e scrivere sono le sue più grandi passioni, a cui si aggiunge uno spiccato interesse per il suggestivo mondo della televisione. Sogni nel cassetto? Diventare redattrice di testi televisivi.

18 Comments

  1. brigid

    marzo 22, 2012 at 19:24

    io adoro questo programma. non è vero k è stato un disastro e nemmeno che clemente non è all’altezza di qst programma. 2.273.000 persone l’hanno guardato, ci sarà un motivo allora. Comunque io penso che questo programma deve continuare perchè serve davvero sia alla maggior parte dei genitori che ai figli. è davvero difficile educare e comprendere i figli, e questo programma puo aiutare entrambi.

    • luca

      marzo 22, 2012 at 22:41

      giusto!!

    • DANIEL

      marzo 26, 2012 at 17:11

      ah quindi è meglio il grande fratello?? oppure panariello non esiste? magari non esistesse sul serio!! ma purtroppo… siete proprio allergici ai buoni valori!! continuate cosi, a vedere grande fratello e ca**ate varie, ripudiate pure i programmi istruttivi!! bravi bravi continuate pure cosi, A ME IL PROGRAMMA E’ PIACIUTO MOLTO, E VI DIRO’ DI PIU’ NON SOLO SPERO CHE CI SIANO ALTRE PUNTATE MA CHE DURI PER TUTTA LA DURATA DELLA MIA VITA, E HO 23, MA DAI I SIMPONS A CHE STAGIONE SONO ARRIVATI? 15 16? E’ UNA VERGOGNA!!!!! VERGOGNATEVI COMPRESI LE IRA DEI CATTOLICI, MA COSA VI INCAVOLATE A FARE?? insegnano i valori della vita!!! ah si ora comprendo perchè vi incavoliate -.- siete pessimi compresa la vostra chiesa e i preti pedofili VERGOGNATEVI ANCHE VOI!!! LADRI!!! SIETE COME IL GOVERNO !!!!

    • Ilenia

      marzo 29, 2012 at 18:01

      Anche secondo me questo programma deve andare avanti, perchè oltre al fatto che è stato visto da 2.273.000 spettatori io da adolescente a volte mi sono ritrovata in alcuni atteggiamenti dei ragazzi che hanno partecipato alla puntata!
      e grazie a questo, rivendendomi in loro adesso sto cambiando l’atteggiamento con i miei genitori!

  2. luca

    marzo 22, 2012 at 22:40

    ma tu speri di noo!!!! è bellissimo questo programma e spero tanto che continui.

  3. luca

    marzo 22, 2012 at 23:27

    Ciao Clemente sono un tuo piccolo grande fan!! volevo augurarti buona fortuna per il tuo incontro di sabato con Baku e volevo farti una semplice domanda…Ci saranno altre puntate di “Fratello Maggiore”??
    Spero tanto di sì perchè è molto interessante,educativo e mi piace molto!! =)… grazie e buona fortuna!! =) =)
    P.S. Hai davvero dei grandi valori della vita!! 6 un grande!!! =)

  4. Adriano84

    marzo 23, 2012 at 18:52

    Anche io ho guardato questo programma spinto dalla curiosità della prima puntata e per vedere come se la sarebbe cavata Clemente, campano come me.

    Non sono d’accordo con tutte queste critiche, sinceramente ci sono stati momenti abbastanza carini e credibili per quanto riguarda la storia di Fabrizio, tipo la passeggiata al cimitero e la sua reazione alla foto della madre affissa ad una lapide, oppure la sorpresa nel trovare alcuni oggetti della sua infanzia dentro uno scatolo (quale mamma non conserva il fiocco usato alla nascita del figlio?).

    Resto titubante anche io per la presenza delle telecamere fin dentro il buco del naso dei protagonisti (durante la storia della ragazza si vede addirittura la telecamera riflessa sul frigorifero aperto) e per questo è chiaro che sia tutta abbastanza pilotata come cosa, ma da qui a pretendere che un pugile si metta a snocciolare fior fiore di argomenti profondi ce ne passa, sarebbe stato davvero poco credibile in quel caso.

    Spariamo pure a zero sulla costruzione delle storie ma non della performance di Clemente dai!

  5. Rosa

    marzo 24, 2012 at 17:29

    Sono daccordo che l’idea base era di non affidare la risoluzione di problematiche giovanili alla solita schiera di esperti, brava a parole ma non in grado
    di offrire ai giovani un aiuto concreto. C’è chi critica il programma nel
    sminuire il ruolo e il dovere dei genitori, i genitori devono essere aiutati,
    finchè il figlio è un bambino gli dai una sculacciata ma un ragazzo di sedici anni più alto di te così complicato che i genitori non sanno a quale santo votarsi.
    Si sono rotti i cogl….. da anni i giovani delle lezioni moraliste
    di adulti che parlano bene e razzolano male e di professori bacchettoni,
    delle minaccie, insulti . C’è chi vuole fare come in America, portare i ragazzi difficili
    a vedere riformatori e carceri e vedono ciò che gli aspetta.
    Appena ti ho visto Clemente con il suo aspetto lui si farà rispettare e i giovani trovano anche qualcuno che li capisce perchè sei è cresciuto in un posto difficile e una vita difficile ed ha trovato
    la boxe come sfogo e realizzazione e poi lui non è solo, ma è aiutato dalla psicologa.
    C’è gente che dice che è una montatura, macchèèè non li leggono i giornali, non sentono i tg
    Ci sono scene traumatizzanti è vero ma è la realtà, che la gente preferisce non sapere e non vedere
    e purtroppo molti ragazzi e genitori sono abbandonati e ci sono tragiche conseguenze.
    Ragazzi che muoiono in discoteca impasticcati , figli che uccidono la madre o padri esasperati
    che uccidono i figli. Non fatevi fermare dalla gelosia degli ambiente ecclesiastici che si vogliono arrogare
    l’esclusivo diritto di aiutare i giovani e non dico nulla perchè tutti sanno le risposte di un prete e quanto li stiano a sentire, specie se l’ottanta per cento dei giovani non credono in Dio.
    Nemmeno quelli che preferiscono che questi ragazzi non siano aiutati
    perchè vogliono solo molti clienti per l’alcool, le droghe , gli scoop del giovane scapocchione e violento che sfascia negozi e si scianta fuori da una discoteca. Più critiche ci saranno e più gente si vedrà il programma e più i giovani verranno aiutati.

  6. Halbert

    marzo 27, 2012 at 21:41

    Io non capisco come possa essere piaciuto. La prima puntata era il solito polpettone sugli adolescenti difficili, pieno di clichè da romanzetto di Moccia e intriso di superficialità. Senza contare il fatto che sia tutto palesemente finto e recitato. Basti pensare all’inizio in cui Fabrizio viene mostrato mentre picchia e insulta la madre davanti ad una o più telecamere sorrette evidentemente da dei cameraman e assolutamente non nascoste (non so voi, ma io, di fronte ad una telecamera le cui riprese dovranno andare in diretta, non mi comporterei certo come tutti i giorni). Ma immagino che questo ultimo aspetto lo abbiano colto tutti e che gli autori del programma si giustificherebbero dicendo che ciò che è stato mostrato è una ricostruzione recitata del vero incontro tra Russo e il ragazzo… In conclusione il programma mi è sembrato condito dalla solita drammaticità plastica dei prodotti per adolescenti che (non solo) la Mediaset ha sempre propinato. Magari Clemente li avesse riempiti di botte, invece di aiutarli: sarebbe stato molto più divertente. Credo proprio che questo mercoledì vedrò la terza puntata del nuovo programma della Guzzanti, che puoi non è ‘sto gran capolavoro manco quello, ma sicuramente meglio di Frtello Maggiore.

  7. DANIEL

    marzo 30, 2012 at 01:41

    allora Diego, tu chi sei per dire ad un altro essere umano come te che

    “lui all interno della scatola cranica non ha materia grigia ma anfetamine e sostanze dopanti”?

    non sei nessuno come tutti , quindi dicendo queste cose, solo per una tua opinione del tutto personale, non fai una bella figura,

    “questo programma è uno degli effetti collateraliall’assunzione di queste sostanze….”

    poi oltretutto dai dei drogati a chi apprezza questo programma televisivo, beh mi pare che tu abbia molti pregiudizi, secondo me l’hai visto di sfuggita il programma, dico questo perchè non hai minimamente parlato di quali difetti abbia avuto secondo te il programma televisivo,se non è cosi esponi pure i fatti, ma sappi che se offendi a gratis cosi la gente e il programma e chi sta dietro a quel programma con impegno (anche solo per dare un messaggio ai giovani e per aiutarli nei loro problemi) , le tue offese non valgono niente, tu praticamente non hai scritto niente, perchè le tue frasi non sono basate sui fatti ma solo da pregiudizi, ripeto se non è cosi esponi i diffetti del programma, questo sito serve per commentare e non per offendere

    “La cosa che mi stupisce è che esistano persone in italia che considerano programmi eccellenti tali porcherie”

    anche qui non specifichi a quali programmi eccellenti ti riferisci, il tuo messaggio equivale solo a un bla,bla,bla e basta!

  8. Michael

    marzo 30, 2012 at 19:42

    Il programma è fantastico e deve assolutamente andare avanti. Fa capire da quanti problemi può avere un rapporto tra genitore e figlio e ci impara a, senza la forza, mandare per la giusta via i ragazzi.

  9. leonardo

    marzo 30, 2012 at 21:21

    il programma è stato bellissimo .. una volta che c è un programma sensato e molto vicino a noi giovano lo si toglie ??!!! è chiaramente una riproduzione della realtà .. ci sono tante familie con qll situazioni e secondo me bisognerebbe fare tesoro di questi programmi molto più utili di altri : quanto a clemente ha fatto del suo meglio .. lo si discute per come parla .. lui è un picchiatore mica un oratore o un retore !!! clemente sei grande !!!!!! il tuo accento a noi fun piace moltissimo !!!

  10. Guido

    aprile 1, 2012 at 23:05

    Caro Ettore, Non ti arrabbiare. Le persone come Diego si divertono a screditare programmi culturali che svolgono un importante compito di educazione sociale, solo per sentirsi più forti agli occhi di chi li circonda. Ti dirò invece che questo comportamento cela una solitudine interiore che manifesta un bisogno di aiuto e vicinanza che vanno ben oltre alle possibilità che molto umilmente Clemente ha mediante il suo programma. Francamente mi dispiace che un attento spettatore come te sia riuscito a cogliere le difficoltà di Fabrizio, ma non abbia capito la situazione drammatica che Diego vive ogni giorno, anche se al dì fuori dell’occhio indiscreto delle telecamere. Ti invito a seguire le prossime puntate con un approccio più maturo visto che la sfida della vita non si può combattere in 16:9!

  11. DANIEL

    aprile 2, 2012 at 11:45

    allora senza tante parolacce, ne offese, tanto non risolvono niente, anzi causano solo risse,

    pro e contro :

    contro: fabrizio si lamenta con la madre dopo che clemente è entrato in casa,dicendo “quello che succede in casa nostra sono affari nostri, sei cosi forte e poi hai bisogno di aiuto” qui fabrizio fa chiaramente capire che non vuole nessuno in casa perchè quello che succede sono affar loro e altri non devono intervenire, il contro senso è che prima che entrasse clemente e dopo che entrasse clemente, il cameraman lo seguiva dappertutto , gli fa anche un primo piano quando minaccia sua mamma con il fuoco,e segue fabrizio che cerca sua mamma quando lei se ne era andata nella sua camera,poi addirittura fabrizio spienge sua mamma via perchè gli aveva staccato la corrente, e ormai sua mamma andava contro la telecamera, ecco il contro senso fabrizio perchè non cerca di cacciare anche il cameramen?

    contro: stessa cosa con rebecca , dice alla mamma di uscire fuori dalla sua camera , però al cameraman non gli dice niente,si vede anche riflesso nel frigorifero, quando rebecca si lamenta che non ci sono più i suoi biscotti dietetici

    contro: nell’anteprima fanno vedere alcuni pezzi, che nel filmato vero non ci sono forse sono stati tagliati

    contro: il fatto che clemente porti i ragazzi indisciplinati, a far vedere i barboni,i poveri di fame,gli ex carcerati, ex alcolisti, potrebbe stancare questa repitibilità (più o meno i problemi sono sempre quelli)

    pro: istruttivo perchè insegna i valori della vita, a non arrendersi, principia sani (es. quando clemente fa correre rebecca su tapirulan (non so come si scrive) gli dice “cominciamo a buttare via anche le sigarette?” )

    pro: l’effetto trasformazione, cioè da intrattabili,pericolosi,pieni di rancore, tremendi,non aver voglia di fare niente a ragionevoli, romantici (es rebecca quando dedica il suo video a sua mamma dicendo che non è da lei poi si comuovono tutti e due),volenterosi,(trovano tutti e due un lavoro, e uno pratica la boxe)

    pro: la psicologa che è la chiave per capire i problemi che hanno i ragazzi, le prove che li sottopone

    1 analizza la situzione e deduce quali sono i problemi

    2 mette alla prova i soggetti con prove abbastanza dure (es fabrizio: quando lo porta al cimitero con la foto si sua madre , perchè diceva sempre che voleva amazzarla )

    pro: la conclusione, alla fine dei problemi ai due ragazzi vengono mostrati i video dove si comportavano male e fabrizio quando gli viene mostrata l’immagine che tratta male la mamma, realizza che poteva davvero fargli del male, con gli occhi sbarrati (se era finto è stato bravo ad interpretare quella espressione, perchè inquadravano solo gli occhi) quindi non direi che sono stato attori pessimi come leggo in giro tante volte

    altri pro e contro non mi vengono

    cmq sia ci sono cose che non riesco a spiegarmi per esempio il camaramen che và dappertutto , però poi si vede che hanno davvero avuto dei problemi (oppure sono davvero bravi a fingere)

    voi cosa ne dite?

    e queli pro e contro avete trovato?

    astenersi idioti solo chi vuole argomentare seriamente

  12. arifly

    aprile 12, 2012 at 18:48

    Sinceramente a me l’inizio di questo programma, cioè la prima e unica puntata fino ad ora, mi è piaciuta molto e devo dire che come programma è utile e interessante. mi è dispiaciuto che non l’hanno più trasmesso di seguito…
    Spero ricominci!!!!!!!!

  13. giusy

    giugno 3, 2012 at 11:48

    a me è piaciuto tantissimo il programma..anzi se devo dirla tutta forse è la prima cosa che hanno fatto per i giovani..Non vedete in che schifo di situazione sta l’italia e nessuno fa nt ..almeno pensiamo al futuro e ai giovani affinchè possano costruire un mondo migliore..ma se nn hanno i valori base come fanno ??…deve continuare Fratello maggiore !!

  14. vincenzo

    ottobre 5, 2013 at 17:49

    NON VEDO L’ORA CHE INIZI FRATELLO MAGGIORE …NON INTERROMPETELO PERCHE E DAVVERO BELLO COMPLIMENTI …

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *