George Clooney arrestato a Washington per la protesta a favore del Sudan

By on marzo 16, 2012
L'attore George Clooney durante il fermo a Washington

text-align: center”>L'attore George Clooney durante il fermo a Washington

George Clooney è nei guai, anche se per una buona causa. L’attore hollywoodiano, noto per il suo impegno umanitario a favore delle popolazioni dell’Africa infatti è stato arrestato a Washington durante una protesta per rivendicare i diritti della popolazione del Sudan. La star cinematografica, appena tornata proprio da un viaggio in Africa, aveva realizzato negli ultimi giorni un vero e proprio rapporto sulle condizioni della popolazione dell’area, interessando dapprima la commissione affari del Congresso e successivamente il presidente degli Stati Uniti  Barack Obama  che lo ha ricevuto alla Casa Bianca insieme al segretario di Stato, Hillary Clinton.

George Clooney si è infatti fatto portavoce della situazione drammatica delle popolazioni che vivono al confine tra Sudan e Sud Sudan, private degli aiuti umanitari a causa dell’impossibilità di usufruirne. L’area è infatti interessata da un conflitto e Clooney si è fatto portavoce delle istanze di queste persone ed ha messo in risalto il fatto che se nessuna azione sarà intrapresa nei prossimi tre mesi al confine si rischia “un vero e proprio disastro umanitario“. Da queste esigenze è quindi nata la protesta davanti all’ambasciata sudanese  in cui i manifestanti hanno protestato contro il presidente del Sudan, Omar al-Bashir, ritenuto responsabile dei disagi dei popoli del posto,  le cui azioni possono provocare una vera e propria crisi umanitaria al confine con il Sud Sudan, in cui vengono bloccati il cibo e gli aiuti umanitari.

Clooney arrestato a Washington

E insieme ad altri parlamentari e manifestanti, George Clooney ha voluto denunciare apertamente questa realtà tanto da essere fermato dalla polizia che lo ha ammanettato e portato via insieme al padre Nick. Un impegno concreto quello di Clooney, che non si limita di certo solo alle parole, tanto che la star hollywoodiana pur di rivendicare i diritti umani delle popolazioni africane interessate dal conflitto non ha esitato a far sentire la sua voce, anche se questa denuncia gli ha provocato un vero e proprio arresto da parte della polizia.

http://www.youtube.com/watch?v=DJCFewJSbcs&feature=g-user-u&context=G238d53cUCGXQYbcTJ33Z7tvGvaiLsZToRW-p09DqlDzo9bmFyOxo

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *