I gialli di Nero Wolfe di nuovo in tv: da aprile Francesco Pannofino impersonerà il celebre investigatore. Pietro Sermonti, invece, il fido assistente

By on marzo 27, 2012
bentornato-nero-wolfe

text-align: center”>i gialli di Nero Wolfe di nuovo in tv

La Rai si veste di giallo. È in arrivo la fiction “Bentornato Nero Wolfe”, serie tv in otto puntate che andrà in onda, a partire da giovedì 5 aprile, in prima serata su Raiuno. Non una novità bensì, come rivela il titolo stesso, un gradito ritorno. I meno giovani, infatti, ricorderanno un maestoso Tino Buazzelli nei panni del singolare investigatore, nato dalla fantasia di Rex Stout nel 1934, in una versione tv trasmessa sulle reti Rai nel 1969. All’epoca, ad affiancare Buzzelli era Paolo Ferrari, nella sua straordinaria interpretazione di Archie Goodwin, l’assistente privato di Wolfe che contribuisce alla risoluzione dei casi . Oggi, ad incarnare la famosa coppia di detective sono rispettivamente Francesco Pannofino e Pietro Sermonti. Già entrambi protagonisti della fortunata serie tv “Boris”, i due attori si rincontrano sul set della nuova fiction.

La serie, prodotta dalla Casanova Multimedia di Luca Barbareschi, ripropone le avventure dell’investigatore divenuto celebre per il modo bizzarro con cui risolve i complessi casi di omicidio. Seduto comodamente sulla sua poltrona, Wolfe lascia svolgere le classiche (ma noiose) attività richieste dalla sua professione al suo fido assistente Goodwin. È quest’ultimo, infatti, che si reca sulla scena del delitto, interroga i testimoni ed indaga i colpevoli.

francesco-pannofino-nero-wolfe-rai1

A dirigere la fiction, il regista Riccardo Donna. Sono fiero del lavoro che abbiamo fatto, dichiara in una recente intervista rilasciata al settimanale Telesette, Personalmente, ho cercato di mettere nel prodotto finale le mie caratteristiche: lo stile, la narrazione, le sonorità, il taglio delle inquadrature. Tutto senza snaturare l’essenza di un personaggio molto amaro. Già regista di “Un medico in famiglia”, “Nebbie e delitti”, “Raccontami”,  Donna rivela di non temere il confronto con lo storico Wolfe di Tino Buazzelli. I tempi della narrazione sono cambiati e anche lo stile deve adeguarsi. Il prodotto finale che proporremo avrà le caratteristiche del racconto giallo tradizionale con una mescolanza di sapori antichi e moderni. Una bella sorpresa.

Ispirandosi liberamente ai romanzi di Rex Stout, il “Nero Wolfe” di Riccardo Donna presenta elementi decisamente nuovi rispetto a quello in bianco e nero della fine degli anni sessanta. Per esempio, non volevo raccontare l’Italia degli anni ’50 ma narrare un “non luogo”, senza seguire una logica storica.

Fortemente voluto dal regista, nei panni di Wolfe, l’attore e doppiatore ligure Francesco Pannofino. Considero Francesco, racconta Riccardo Donna, il migliore attore italiano della sua generazione. Quando ho pensato a Nero Wolfe, non ho avuto alcuna esitazione. Un sogno che si realizza per il regista torinese: ho sempre voluto lavorare con Pannofino e l’occasione, finalmente, è arrivata. Francesco nei panni di Wolfe è irriconoscibile. Sarà una bellissima sorpresa per il pubblico.

Non ci resta che attendere la prima delle otto puntate di questa nuova fiction, in onda giovedì 5 aprile, in prima serata su Raiuno. E chissà che non possa riscuotere un successo anche maggiore di quello della serie madre. In fin dei conti, a giudicare dagli ottimi ascolti dei suoi lavori precedenti, Riccardo Donna è una garanzia.

About Paola Orlando

Nata a Nocera Inferiore (Sa) sotto il segno del Capricorno, è laureata in “Editoria e Pubblicistica” presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha collaborato diversi anni con “il Salernitano”, pubblicandovi articoli di cronaca ed attualità. Leggere e scrivere sono le sue più grandi passioni, a cui si aggiunge uno spiccato interesse per il suggestivo mondo della televisione. Sogni nel cassetto? Diventare redattrice di testi televisivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *