“Il giovane Montalbano” premiato anche dall’ottimo cast: Beniamino Marcone è Fazio

By on marzo 2, 2012
beniamino marcone fazio ne il giovane montalbano

text-align: center”>beniamino marcone fazio ne il giovane montalbano

I 7 milioni e 299mila telespettatori che hanno seguito la seconda puntata de Il giovane Montalbano hanno confermato il successo di una delle serie tv più interessanti prodotte quest’anno e messe in onda dalla Rai. Ispirata alla serie di romanzi dello scrittore siciliano Andrea Camilleri e diretta da Gianluca Tavarelli per Rai Fiction e Palomar, la serie è andata in onda ieri sera alle 21 su RaiUno con l’episodio intitolato Capodanno, stravincendo la serata con un ottimo 27,18% di share.

Michele Riondino nel ruolo di Salvo Montalbano, Sarah Felberbaum (Livia), Beniamino Marcone (Fazio), Alessio Vassallo (Mimì Augello), Andrea Tidona (padre di Fazio), Fabrizio Pizzuto (Giorgio Cumella), Katia Greco (Mery), Alessandra Costanzo (Adelina), Adriano Chiaramida (padre di Montalbano), Fabrizio Pizzuto (Agatino Catarella), Alessio Piazza (Paternò), Maurilio Leto (Gallo), Giuseppe Santostefano (Dottor Pasquano), Carmelo Galati (Nicolò Zito) e Massimo De Rossi (Questore Alabiso) sono i personaggi di uno dei racconti letterari e televisivi più amati dal pubblico italiano. Nel pregevole cast troviamo il giovane Fazio, amico del Commissario Montalbano, interpretato da uno degli attori più promettenti del cinema e della tv: Beniamino Marcone.

beniamino-marcone-e-michele-riondino

Non solo attore, ma anche regista. Si è diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia presso la Scuola Nazionale di Cinema di Roma e ha girato alcuni cortometraggi e documentari: Risorse umane di Marco Giallonardi, Riflessi di città di Paco Triglia, Caro benzina di Nicolangelo Gelormini, Batman vs. Superman di Federico della Corte, L’ufficio di A. Tamburini, Fisico da spiaggia di Edoardo De Angelis e La luce di Anne Riitta Ciccone. Fairplay del 2010 è invece una sua opera. Ha interpretato alcuni ruoli nei film 20 sigarette di Aureliano Amadei e Febbre da fieno di Laura Luchetti, nonchè è stato uno dei protagonisti del film a episodi Feisbum! (Siempre di Mauro Mancini). In televisione ha lavorato in Palocco 00124 di Domenico Palesse, Pertini di Andrea Rovetta, Cabine di Enrico Lando e Rex 3 di Marco Serafini.

Ma è in teatro che ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo: Pericolosamente di E. De Filippo, 150 la gallina canta di A. Campanile, Gabriele di F. Paravidino e Un posto luminoso chiamato giorno, tutti per la regia di Lorenzo D’Amico De Carvalho, Brucia di M. Gilmore e Fin per la regia di Manuela Infante, Dal naso al cielo di G. M. Cervo per la regia di Malcom Meckey, Dubbi per la regia di Lenore Ascione, Sbarco clandestino e Suoni e voci dal mondo per la regia di Annateresa Eugeni, Il Natale di Harry di S. Berkof per la regia di Antonio Serano, La patente e altri atti unici di L. Pirandello per la regia di Paolo Manganiello, Mobbing. Mi piace lavorare, Antologia di Spoon River, e Il muratore di S. Benni diretto da lui stesso. Il suo volto è noto anche per la sigla di apertura della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia curata da Ermanno Olmi.

Prossimamente vedremo Beniamino Marcone nel film Pasolini – La verità nascosta di Federico Bruni e nella serie tv I Cesaroni in onda su Canale 5.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *