Il giudice respinge il ricorso di Augusto Minzolini. L’ex direttore vola a New York

By on marzo 14, 2012
augusto-minzolini-tg1(1)

text-align: center;”> minzolini vola a new york

Piove sulla pelata di Augusto Minzolini, uno dei più discussi direttori del primo tg nazionale. Dopo il dibattito infuocato avuto con Luca Bertazzoni, inviato di “Servizio Pubblico”  (“Lei è un ignorante, la querelo perché non è informato: non ha letto gli atti, vada a fare il giornalista da qualche altra parte”) adesso arriva pure il “no” di Giovanni Mimmo, giudice che ha respinto a chiara voce il ricorso dei legali del giornalista che vedeva il suo trasferimento a New York, voluto da Lorenza Lei, una declassificazione professionale. Tutte falsità secondo il giudice, il ruolo di inviato nella più importante sede Rai sarebbe per Minzo un incarico di grande rilievo proporzionato alla sua professionalità.

In particolare il giudice ha dichiarato: “L’azienda nel trasferire il dipendente non si è soltanto attenuta al mero dato contrattuale, ma ha tenuto in adeguata considerazione la professionalità acquisita dal ricorrente: infatti, poiché questi era il direttore della testata giornalistica più importante della Rai, l’assegnazione all’incarico di corrispondente all’estero è avvenuta verso l’ufficio di corrispondenza di New York che è, sulla base di quanto dichiarato dall’azienda, il più importante della Rai. Non vi sono elementi per affermare che la circostanza che dal 2 aprile 2012 la struttura della sede di New York subirà una ristrutturazione con il passaggio delle funzioni svolte da Rai Corporation a un service, incida in qualche modo sulla rilevanza dell’attività giornalistica che il ricorrente sarà chiamato a svolgere”.

augusto-minzolini

Alla base di tutto, ve lo ricordiamo, ci sarebbe l’accusa di peculato arrivata dai vertici di Viale Mazzini. Sarebbero 68mila gli euro “buttati” in “spese non autorizzate” con la carta di credito dell’azienda. Cosa vuoi che sia Minzo, paga mamma Rai. Le sorti sembrano quindi certe: mentre la sedia italiana di direttorissimo è stata già occupata da Alberto Maccari, un aereo attenderebbe Augusto Minzolini per condurlo nella sede a stelle e strisce dell’azienda. Una sfida di certo interessante considerate le cronache d’oltreoceano divise, ad oggi, tra la morsa della crisi economica e la corsa dei nuovi rivali di Obama alla Casa Bianca.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

One Comment

  1. FOXMAN

    marzo 14, 2012 at 16:25

    IL SIG. MINZOLINI, PER CIO’ CHE HA FATTO (SI E’ APPRORPIATO DI DENARO DELLA RAI) ANDREBBE LICENZIATO IN TRONCO—-A PARTE I SUOI MOLTO, MOLTO, MA MOLTO DISCUTIBILI VALORI PROFESSIONALI—-PIU’ CHE ALTRO DI SOLERTE INCENSATORE DI BERLUSCONI— PROPRIO NON VEDO ALTRA VIA D’USCITA ..ALL’INFUORI DEL LICENZIAMENTO—IN QUESTI CASI PREVISTO ANCHE DALL’ART.18 DELLO STATUTO DEI DIRITTI DEI LAVORATORI.—-ALTRO CHE NEW YORK

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *