Irregolarità a Sanremo, Pupo accusa e Valerio Scanu lo querela

By on marzo 15, 2012
Il vincitore di Sanremo 2010, Valerio Scanu

text-align: center”>Il vincitore di Sanremo 2010, Valerio Scanu

Pupo, all’anagrafe Enzo Ghinazzi, non è mai stato famoso per la sua prudenza. Il passato da giocatore in callito, al limite della patologia, non ha mitigato questo suo tratto nel carattere. Va da sé che anche le sua dichiarazioni siano dirette nel migliori dei casi, infamanti nel peggiore.

Ciò è evidente alla luce di quanto il cantante ha affermato durante un’intervista a Panorama. Pupo ha praticamente sparato a zero contro Sanremo, denunciando – a parole – pesanti irregolarità. In parole povere, il cantautore toscano non riesce ancora a capacitarsi della vittoria, nell’edizione del 2010, di Valerio Scanu, avvenuta secondo l’accusatore ‘in extremis’, forse troppo. Ecco cosa ha affermato: “Nel 2010 sono stato vittima di un’ingiustizia pazzesca. La mia canzone Italia amore mio, cantata con Emanuele Filiberto e Luca Canonici, aveva stravinto, lo sanno tutti. Poi, a un quarto d’ora dalla fine, come per magia, tutta Italia s’è messa a votare per Valerio Scanu. Un trionfo scippato. La Guardia di finanza sta ancora indagando“.

Pupo (che è comparso recentemente in tv in Attenti a quei due) ha gettato fango pure sulle edizioni passate, anche a costo di risultare contraddittorio. La sua tesi, enunciata nella precedente dichiarazione, è che Sanremo 2010 sia stato truccato. In un altra dichiarazione, invece, ha dichiarato che gli altri Sanremo erano truccati, e che le ultime edizioni non lo sono state a causa di un deficit di importanza e di risorse economiche.

Pupo

Fino a 10 anni fa ci si compravano e vendevano le posizioni fino a 5 minuti dalla fine. Oggi forse si usano trucchetti diversi, si modifica la scaletta per avvantaggiare qualcuno, si tenta di condizionare il televoto, ma non di più. Di Sanremo non importa più niente a nessuno. Se oggi la gara è pulita, è solo perché non girano soldi”.

Le parole di Pupo sono pesanti, diffamatorie. Ne è consapevole Valerio Scanu che, tramite il suo legale, ha avviato un’azione di querela nei confronti del cantante toscano. L’avvocato del giovane ha anche smentito che la Guardia di Finanza stia indagando su Sanremo 2010 e ha posto un dubbio: se Pupo crede che il festival sia un coacervo di irregolarità, perchè ha partecipato in veste di ospite nell’ultima edizione?

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *