Istituzioni: il racconto dei luoghi della Democrazia, almeno in tv

By on marzo 23, 2012

text-align: center”>Istituzioni da domani in tv

In un contesto generale in cui si sta assistendo sempre di più allo scollamento del rapporto tra popolazione e istituzioni, ci pensa la Rai pubblica a mettere a posto tutto e attraverso un programma televisivo intende ripartire lì dove il rapporto si era interrotto: l’istituzionalità. Ed è proprio da qui che parte il nuovo programma targato Rai Educational in programmazione a partire da domani sabato 24 marzo alle 17 su Rai Tre e alle 23 su Rai Storia, che intende ricostruire la storia delle istituzioni attraverso i “luoghi della nostra democrazia”. Il programma è dedicato alle cinque più alte cariche dello Stato: Presidenza della Repubblica, del Senato, della Camera dei Deputati, del Consiglio dei Ministri, della Corte Costituzionale e intende ricostruire quel rapporto perduto col pubblico attraverso un sano amor di patria.

Far riscoprire alle giovani generazioni i principi fondanti della nostra nazione” si legge nell’introduzione per la presentazione del programma, molto sentito, soprattutto dal Presidente Rai Paolo Garimberti che intriso di senso patriottico all’inverosimile,  ha dichiarato in conferenza stampa: “Presidente Schifani, presidente Fini, presidente Quaranta, è per me e per la Rai un privilegio avervi qui ospiti oggi a parlare di questo nuovo programma di Rai Educational, Istituzioni, il racconto dei luoghi della nostra democrazia, voluto dal direttore di Rai Educational e dal Direttore di Affari Istituzionali e Internazionali”.

consiglio-dei-ministri

Un programma, come ha sottolineato sempre Garimberti che rappresenta “un esempio di servizio pubblico di altissimo livello, che avvicina i cittadini al cuore della democrazia e del funzionamento del paese. In qualche modo, permettetemi di dire, una sorta di rinnovo del vecchio programma di educazione civica che porteremo nelle case degli italiani attraverso i televisori degli italiani”.

Tutto molto bello, non c’è che dire, peccato però che negli ultimi anni questa educazione civica è venuta meno proprio nelle sedi appropriate,  quelle che il popolo sovrano ha affidato alle istituzioni politiche, dunque di certo non basterà un programma di questo tipo per creare quell’affezione ormai del tutto disincantata dell’opinione pubblica nei confronti delle proprie istituzioni. Forse perché, anche la nostra democrazia è fuggita dai palazzi sontuosi istituzionali ed è diventata un’idea di riscatto e di cambiamento che annida in ognuno di noi.

 

 

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *