Le invasioni barbariche, Morgan canta l’amore per Jessica ricordando Lucio Dalla

By on marzo 3, 2012
Le invasioni barbariche esordio con Morgan

text-align: center”>Le invasioni barbariche esordio con Morgan

Una puntata improntata sulle passioni e le sorprese che riserva la vita, quella di ieri sera 2 marzo de Le invasioni barbariche di Daria Bignardi e proprio in questo clima piuttosto”umanista” di fragilità ma anche di determinazione, è stato ricordato il grande cantautore Lucio Dalla che è venuto a mancare pochi giorni fa e di cui i funerali si celebreranno domani nella sua città, Bologna. E’ stato dunque Marco Castoldi, in arte Morgan ad aprire la nuova puntata di Daria Bignardi e dopo aver risposto alla conduttrice citando Ungaretti “sto come d’autunno sull’albero le foglie”, con la sua proverbiale ironia e poeticità incondizionata, parlando di X-Factor ha dichiarato apertamente il suo amore per Jessica Mazzoli, “la cosa buona” che gli ha lasciato l’esperienza di giudice nel programma adottato da Sky.

Amore che si contrappone alla stampa scandalistica che vuole solo fare gossip, ha tenuto a precisare Morgan che come al solito è stato un fiume in piena di verità e spontaneità, palesando i suoi sentimenti in modo del tutto naturale e mettendo a tacere in questo modo tutte le chiacchiere più basse lasciando la parola “alta e altra” all’amore. Ed è l’amore per la vita, per la gente e per la natura, quello che ha cantato Morgan a Le invasioni barbariche (di cui vi mostriamo il video in fondo all’articolo) ricordando Lucio Dalla,  il suo primo incontro con il cantante  e aver parlato della tristezza dell’amico Franco Battiato appresa la notizia della morte di Lucio. Le parole poi hanno lasciato il posto alla musica e alla poesia di Com’è profondo il mare, una canzone, “non scritta oggi, ma tra quarant’anni”.

intervista-a-morgan-di-daria-bignardi

Un esordio davvero portentoso quello con Morgan che ha introdotto le tematiche importanti della puntata come la passione, le lotte di classe, la ricchezza, la povertà e soprattutto la forza dei propri sogni che possono addirittura portare ben più su, fino al Monte Everest come ha confessato Vittorio Brumotti che da maggio intraprenderà questa impresa quasi impossibile di scalare la vetta più alta del Mondo con la sua bici. E le testimonianze di Eugenio Scalfari, fondatore del giornale La Repubblica, la scrittrice Michela Marzano e il comico Enrico Bertolino hanno palesato l’immenso groviglio in cui è intrecciato il cammino del genere umano fatto di occasioni, impossibilità ma soprattutto rinnovamento.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *