Lucia Annunziata denuncia l’omosessualità di Dalla

By on marzo 6, 2012

Foto Lucio DallaA pochi giorni dalla sua scomparsa ecco che già iniziano le prime polemiche a causa del polverone sollevato dall’intervento di Lucia Annunziata in Mezz’ora, lo spazio di approfondimento domenicale dedicato alle interviste ed ai temi di attualità.

La giornalista infatti, in concomitanza con il funerale di Lucio Dalla, ha affrontato senza mezzi termini il tema dell’omosessualità e l’accettazione di questi da parte della Chiesa cattolica, affermando “Lucio Dalla era gay, per tutta la vita però non l’ha mai detto. Il suo caso è l’espressione di quanta omofobia ci sia in questo Paese. Così si vive in Italia la vicenda gay: va tutto bene e ti seppelliscono anche in una cattedrale con tutte le benedizioni della Chiesa, se non dici di essere gay.”

Lucia Annunziata denuncia così l’omofobia italiana, in particolar modo l’ipocrisia della Chiesa davanti ad un gay mai dichiarato, proprio mentre in collegamento c’è una dipendente lesbica della polizia municipale di Bologna, spunto per definire il “problema” di essere gay, essendo in servizio presso le forze dell’ordine. Ed è così che quella che in genere è una funzione commemorativa, si trasforma a causa di Lucia Annunziata in una vera e propria questione sulle preferenze sessuali dell’artista Lucio Dalla, da sempre discreto sulla sua vita privata.

E proprio in risposta alle espressioni forti ed inopportune usate dalla Annunziata, che hanno urtato la sensibilità degli amici più vicini a Lucio Dalla, Bruno Sconocchia, il manager del cantante risponde “Mi sorprende che una giornalista seria come Annunziata abbia parlato con tanta sicurezza e leggerezza di cose che non sa. Ha delle informazioni private? Io ho avuto l’onore e la fortuna di conoscere Lucio più di trent’anni fa e di aver lavorato accanto a lui per venti anni, eppure non mi sentirei di affermare con sicurezza quello che ha affermato Annunziata. La ragazza che è stata tutto il tempo accanto a Marco Alemanno in Chiesa è la sua compagna da anni. Lo sa questo Annunziata?” e quanto alla relazione tra Lucio e Marco Alemanno, Sconocchia spiega “Marco per Lucio era un compagno, la persona a lui più vicina, il suo più stretto familiare, in senso lato. Dargli un ruolo, etichettarlo sarebbe sbagliato e riduttivo. I ruoli non erano così definiti perché Lucio e Marco non hanno mai sentito la necessità di farlo. Tutto il resto sono cose intime, personali, che non ci riguardano”.

E mentre anche Silvia Evangelisti, un’amica di vecchia data del cantante aggiungeLucio non ha mai parlato della sua sessualità. Nemmeno io l’ho mai fatto. E allora? Lui non ne parlava, non diceva sono etero o sono omo, e comunque non interessava a nessuno”, c’è solo da sperare che il dibattito sul tema omosessualità-Chiesa si sposti sul “presente” e Lucio possa finalmente riposare in pace!

About Michela Galli

Dal 2009 semplicemente ... blogger per caso ma mossa da una grande passione per la rete di internet ed un vero e proprio amore per la scrittura, che la portano tutti i santi giorni a scrivere, scrivere, scrivere ...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *