Piazza pulita, anticipazioni della puntata di stasera: conti a posto e tasche vuote?

By on marzo 15, 2012
Formigli, studio di Piazza Pulita

text-align: justify”>Formigli, studio di Piazza PulitaLo spread non fa più paura, i tecnici sono al lavoro per garantire il pareggio del bilancio entro il 2013, ma il Paese reale non gode affatto di buona salute. Passati i cento giorni dall’insediamento a Palazzo Chigi, Mario Monti sembra mantenere ben saldo lo scettro del governo, grazie anche alle difficoltà delle forze politiche nella gestione di una fase complessa e dagli esiti incerti. Ma fino a quando ci sarà bisogno di questa “sospensione della democrazia”? Le ricette del nuovo esecutivo cominciano a non convincere le parti sociali, il dialogo poi diventa difficile nel momento in cui dai ministri competenti arrivano secchi aut aut come quello recente di Elsa Fornero: quell’invito ad accettare i sacrifici in cambio di “una paccata di miliardi” è stato forse un autogol, ma per una parte del sindacato è una sorta di revival degli ultimatum di Marchionne, per nulla incoraggiante. In ballo c’è la più volte invocata riforma del welfare, la revisione degli ammortizzatori sociali a partire dalla rimessa in discussione di articolo 18 e cassa integrazione, tutti nodi assai delicati per gli equilibri sociali del nostro Paese.

piazza-pulita-giovedi-la-7

Le trattative sono in corso, nessun pregiudizio è stato espresso dalla triplice sindacale, ad eccezione dei metalmeccanici della Cgil che da tempo sono sul piede di guerra. Sarà proprio il leader della Fiom, Maurizio Landini, la voce critica più radicale del parterre di Piazza Pulita, in contraddittorio col sottosegretario all’Economia Polillo, uno degli uomini di governo maggiormente presenti nei talk show politici degli ultimi mesi. In studio, con Corrado Formigli a stimolare il dibattito (con l’ausilio dei collegamenti e dei servizi esterni), ci saranno anche il Direttore del quotidiano Libero Maurizio Belpietro, il giornalista di Repubblica esperto d’economia Massimo Giannini e la Professoressa Livia Salvini, tributarista già nota al pubblico televisivo per la partecipazione in diverse occasioni a Ballarò.

Oltre alla discussione sugli scenari nazionali e globali, la puntata proporrà in esclusiva un approfondimento sul caso della crisi alla Deiulemar di Torre del Greco, compagnia di navigazione affondata da milioni di debiti con grave pregiudizio per gli obbligazionisti: un caso che rievoca pericolosamente gli spettri dello scandalo Parmalat, tragico esempio di tracollo ai danni di tanti risparmiatori incolpevoli. Sarà anche questa una metafora dell’Italia che fa pagare ogni fallimento agli anelli più deboli della catena? Ben prima di avvicinarsi agli ambiziosi obiettivi macro-economici d’ispirazione europea, l’esecutivo dovrà misurare gli effetti delle sue manovre sul corpo vivo del Paese, perché in alcuni casi il rimedio, per quanto possa sembrare perfetto, si rivela nel concreto peggiore del male.

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *