Pierdavide Carone ricorda Lucio Dalla: “A 68 anni si è messo a servizio di un giovane. Era un uomo speciale”

By on marzo 2, 2012

text-align: center”>Pierdavide Carone ricorda Lucio Dalla

E’ stato per lui una guida e un amico, col suo sostegno ha vissuto la grande esperienza del palco di Sanremo: la scomparsa improvvisa di Lucio Dalla ha turbato profondamente il giovane Pierdavide Carone, il cantautore tarantino che appena due settimane fa si era esibito all’Ariston insieme al grande Maestro. Insieme avevano scritto e musicato il brano Nanì, storia struggente dell’amore di un uomo per una prostituta, che tante critiche positive ha regalato loro nella settimana sanremese, oltre ad un meritatissimo quinto posto nella competizione. Un pezzo della storia italiana se ne è andato lasciando un grande vuoto nel mondo della musica. E se alcuni colleghi e amici hanno lanciato da subito il loro saluto al Maestro attraverso comunicati stampa e Twitter, Pierdavide si era chiuso nel silenzio, affidando poche parole a suo padre Giacomo: “Spengo il cellulare papà, sono sconvolto. L’ho sentito ieri ed era vivissimo, vivissimo: era un vulcano di progetti, di idee”. Fino ad oggi, quando sul suo profilo Facebook è comparso questo accorato messaggio.

Sono convinto che ora ci sta guardando e si diverte da morire assieme agli altri coinquilini del Paradiso – ha esordito Carone – sicuramente ci starà sfottendo per le reazioni di ognuno di noi, ha passato una vita intera ad osservare le reazioni della gente alle cose della vita (belle e meno belle), la sua musica è testimone di ciò che scrivo“. Il giovane cantautore aveva conosciuto Dalla un anno fa, quando gli aveva sottoosto alcuni brani del suo ultimo cd: e proprio allora era nata una collaborazione professionale e un’intesa umana che li ha portati insieme al Festival di Sanremo e che ha visto Dalla nelle vesti di produttore dell’ultimo disco di Carone, Nanì ed altre storie. Esprimendo tutto il suo dolore per questa perdita improvvisa, Pierdavide ha ringraziato il suo amico e Maestro con parole cariche di affetto e di poesia, come nel suo stile.

153201746-d77dbb71-5aa9-4b6a-adbd-674f375c6a14

Immagine 1 di 7

Lucio Dalla

Della sua famiglia non anagrafica io ero l’ultimo nascituro e della sua arte ne rappresento il canto del cigno, e la consapevolezza che deriva da questo smuove in me le emozioni più agli antipodi che si possa immaginare… Mi gratifica ma al contempo mi fa sentire così solo oggi… Quanto e’ speciale un uomo che a 68 anni si mette a servizio di un giovane? Non sempre dietro un grande artista si cela un grande essere umano, questo è quello che dissi quando fui ospite del suo concerto a Bologna, l’ho ridetto durante il Festival e lo ridico ancora più forte oggi, perché è quello che mi ha lasciato Lucio Dalla e se potrò rivivere metà della sua grandezza allora anch’io riuscirò ad essere una persona migliore. Arrivederci Lucio“.

Tra gli altri, anche Emma Marrone, trionfatrice dell’ultima edizione del Festival, ha afffidato il suo pensiero per Dalla alla rete: “Che triste giornata, il grande maestro Lucio Dalla ci ha lasciato, una grande perdita per la musica italiana. Sono molto vicina anche al mio amico Pierdavide Carone“. Mentre Samuele Bersani, pure lui sul palco dell’Ariston due settimane fa, ha ricordato così l’artista che ha dato impulso alla sua carriera: “Ho appena perso il mio grande Maestro, il motivo per cui da bambino ho scelto di fare il cantautore, grazie a lui ho potuto sparare le mie prime cartucce“. Un lutto, questo, che ha commosso l’Italia e che si celebrerà domenica pomeriggio nella basilica di San Petronio, nella Bologna del Maestro, davanti alla sua Piazza grande.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *