Raoul Bova e il secondo capitolo della miniserie “Come un delfino”: anticipazioni

By on marzo 15, 2012
raoul bova foto

text-align: justify”>raoul bova fotoRaoul Bova è tornato in piscina per girare il seguito della fiction “Come un delfino”, che nel primo capitolo andato in onda un anno fa ha totalizzato oltre sette milioni di telespettatori per uno share pari al 27 per cento. Il settimanale Tv Sorrisi e Canzoni mostra alcune foto scattate sul set, Bova è sempre in grandissima forma e si lascia andare a qualche commento: “Ci sono cresciuto dentro, fin da quando avevo 4 anni. L’acqua è il mio elemento”. Non si dimentichi che prima di diventare attore è stato un nuotatore ha vinto – a sedici anni – il campionato italiano giovanile nei 100 metri dorso maschili. Il personaggio di Alessandro Dominici, dunque, gli calza a pennello; forse è proprio questo il motivo di tanto successo.

Ma la miniserie in questione è, per Raoul, doppiamente importante: rappresenta infatti il primo grande risultato della San Marco, casa di produzione fondata insieme all’amatissima moglie Chiara. Il seguito si articola in quattro puntate e la vicenda riprende esattamente da dove era finita la prima parte: Alessandro, che aveva interrotto la carriera agonistica per un problema al cuore e si era dedicato anima e corpo ai ragazzi di una comunità – spingendoli a recuperare determinati valori proprio grazie al nuoto e alla disciplina dello sport – ricomincia a gareggiare.

bova-come-un-delfino

Con il denaro vinto insieme ai suoi allievi (campioni nazionali in una gara di staffetta), inoltre, riesce ad ottenere una piscina sequestrata alla mafia e avviare un’opera di ristrutturazione. Tutto sembra filare finalmente liscio, Alessandro e i suoi ragazzi sono al culmine della gioia, ma la malavita fa saltare in aria la piscina con una bomba. A questo punto, non resterebbe che rinunciare al sogno. E invece no, allievi e istruttore lasciano la Sicilia per approdare a Roma e allenarsi in uno dei circoli più importanti di tutta la città. L’ambiente, tuttavia, non è privo di ostacoli e ostilità. Se la caveranno? Staremo a vedere. Di certo, il bello di questa vicenda è l’instancabilità e il coraggio dei protagonisti, animati da un grande cuore e una grande voglia di riscatto sociale. Nel cast, confermati anche Ricky Memphis (nelle vesti di un sacerdote), Maurizio Mattioli e Paolo Conticini. Ma ci sono delle new entry: Edoardo Sylos Labini, Marco Falaguasta e Giulia Bevilacqua; quest’ultima vestirà i panni di una giornalista chiamata a raccontare la storia in questione.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *