Reggio Calabria, concerto di Laura Pausini, crolla il palco e muore un operaio

By on marzo 5, 2012
La foto del crollo

text-align: center;”>La foto del crollo

Tragedia questa mattina a Reggio Calabria. Crolla il palco del concerto di Laura Pausini e muore un operaio. Il fatto è successo al PalaCalafiore alle ore 8 circa. Il concerto era in programma per questa sera.

La vittima è Matteo Armellini, romano di 31 anni, operaio presso la ditta Insieme di Castelvecchio Subequo, con sede nella provincia de L’Aquila. Il palco gli è crollato addosso mentre, in compagnia con altri colleghi, stava montando l’impianto d’illuminazione. I soccorsi sono arrivati tempestivi ma non c’è stato nulla da fare, Matteo era già morto. Si contano anche due feriti: un operaio è in prognosi di 30 giorni, attualmente ricoverato agli Ospedali Riuniti con fratture in tutto il corpo e un secondo che lamenta solo qualche contusione e qualche lieve escoriazione.

Ecco la testimonianza di un collega della vittima – riportata da Il Messaggero: “Siamo venuti giù di botto, io sono finito per terra in un secondo, e non ho ancora capito perché. Ero sul tetto del palco e stavo proprio lodando le condizioni di sicurezza quando tutto è venuto giù: sono stato il primo a soccorrere quel ragazzo, gli ho sentito il polso ma non c’è stato niente da fare”.

Laura Pausini

La notizia è rimbalzata immediatamente in tutte le testate online. Immediato anche il cordoglio di Laura Pausini (che è ancora impegnata a pubblicizzare Inedito). Nel suo sito ufficiale campeggia sullo sfondo bianca la scritta “Ciao Matteo”. La Cgil, nel frattempo, ha riaperto la discussione sulle morti bianche. Il segretario confederale, Vincenzo Scudiere, ha dichiarato: “L’ennesima morte che dimostra e conferma come anche in questo settore c’è bisogno di intensificare i meccanismi di controllo per prevenire i rischi.

Dal primo marzo ad oggi, ricorda il sindacalista, sono cinque i morti sul lavoro, da Gorizia  a Roma per arrivare a Reggio Calabria. Ciò dimostra che è sbagliato semplificare fino ad annullare i controlli per garantire salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”.

About Giuseppe Briganti

One Comment

  1. OK MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    marzo 5, 2012 at 19:05

    ITALIA MUORE UN OPERAIO.. VERGOGNA ITALIA !!! VERGOGNA !!! VERGOGNA !!
    Perché in Italia morire per un lavoro è una VERGOGNA di STATO ! In quanto come qui per il palco ceduto..per il concerto di Laura Pausini e poco tempo fa per il concerto di Jovanotti ed in generale per TUTTE le MORTI chiamate MORTI BIANCHE ed INFORTUNI che avvengono in Italia SONO in larga percentuale per VIOLAZIONI di LEGGE ed Articoli sugli STESSI LAVORATORI in particolare chi Lavora nei contratti PRECARI sia essi INTERINALI che di COOPERATIVE ecc.ecc. dove il GOVERNO ATTUALE e QUELLI PRECEDENTI creatori del pessimo sistema di lavorare in Italia con le LORO firme hanno messo in attuazione il precariato !Firme di POLITICI ,PARTITI, GOVERNI e i NON esenti certi SINDACATI POLITICI ! Stesse facce sempre presenti nei Governi! In questi contratti sino dalla loro data d’attuazione HANNO e VIOLANO continuamente LEGGI T.U.S.L. !!! Violano leggi sugli stessi LAVORATORI : D.Lgs 81/2008 –626 Violano leggi dell’Unione Europea e sui prodotti CE e si viola insieme al precariato e disoccupazione forzata gli stessi ARTICOLI della COSTITUZIONE ITALIANA: 1 – 4 – e 36 pure violati gli ARTICOLI della DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO ! Violando anche in fase COSTRUTTIVE queste LEGGI sui prodotti come ad esempio gru etc. es: SALDARE senza i patentini che sono ad esami differenti, con scadenza biennali ed a ESAMI e con relative VISITE MEDICHE se si salda senza tutto questo poi vi è RISCHIO di CEDIMENTI STRUTTURALI saldature soffiate (bucate) fatte senza esami e patentini..è RISCHIO si mettono altre Persone altri Lavoratori a rischio ! Ma questo gli ISPETTORI in generale lo sanno! Basterebbe iniziare le Ispezioni PRIMA che accadano gli incidenti! Se la Guardia di Finanza, Carabinieri Ispettori ASL FACESSERO vere e contrapposte ISPEZIONI alle ditte interinali,cooperative e LORO clienti non solo scoprirebbero CONTRATTI Lavoro semi fasulli o in nero o parzialmente in nero..evasioni fiscali..SCOPRIREBBERO che i corsi addestramenti patenti visite mediche ecc. ecc. in questi CONTRATTI MOLTISSIME VOLTE NULLA è FATTO o quasi !!!! Con conseguenti ogni giorno di MORTI e FERITI !
    E tutte queste Ispezioni andrebbero iniziate anche in RETROATTIVO si può fino a DIECI ANNI oltre che attualmente iniziarle presso I Centri per l’Impiego (ex collocamento) contrapposte alle ditte interinali e Loro clienti cooperative Società Sportive ecc. Se non si fanno queste ispezioni si è cari Ispettori in generale COMPARTECIPI delle MORTI BIANCHE ed INFORTUNI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Inoltre gli Ispettori possono e DEVONO chiamare anche gli interessati nelle ISPEZIONI si è precari..o in disoccupazione forzata ma con ANNI di pratica che unita alla teoria ISPETTIVA potrebbe evitare in grande percentuale tanti infortuni ! Dovrebbe essere un OBBLIGO ISTITUZIONALE !!!! Le morti bianche e quelle ad esse collegate ed infortuni in ITALIA fanno più danni che in qualsiasi GUERRA !!!! E Precariato e disoccupazione forzata è anche RICATTO e SCHIAVISMO MODERNO e si fanno danni agli stessi Precari e disoccupati forzati DANNI PATRIMONIALI ,ESISTENZIALI e MORALI CONTINUI moltiplicati alle FAMIGLIE ! VERGOGNA ITALIA VERGOGNA !
    Si deve portare tutte queste violazioni di legge sui Lavoratori e lavoro ed articoli violati in DENUNCIA COLLETTIVA PRESSO : La CORTE DI GIUSTIZIA e DIRITTI DELL’ UOMO Europea di Strasburgo !
    Qui faccio un appello: c’è qualche trasmissione televisiva che può prendere l’iniziativa con avvocati ? Do sino da qui la mia firma per la denuncia.
    La Signora Laura Pausini si potrebbe interessare o fare interessare chi deve per questa iniziativa, anche cantarla in una Sua canzone sarebbe di utilità per tutti cantare l’Italia che viola le leggi sul lavoro e violandole si MUORE !Più di MILLE morti bianche all’anno, senza contare quelle collegate un ITALIA da VERGOGNA dei contratti PRECARI VIOLA LEGGI misti a disoccupazione FORZATA VERGOGNA!!!
    Condoglianze alla Famiglia all’ennesima vittima sul lavoro appena avvenuta.
    Morando Sergio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *