Rossella Urru finalmente libera secondo fonti Sky Tg24. Ma la Farnesina ancora non conferma

By on marzo 4, 2012
Rossella Urru

text-align: center”>Sky Tg24 conferma Rossella Urru libera

La tanto attesa conferma ufficiale dal Ministero degli Esteri non è ancora arrivata, ma nella giornata di ieri si sono rincorse le voci più che fondate che davano Rossella Urru finalmente libera: la cooperante italiana rapita tra il 22 e il 23 ottobre scorso nel sud dell’Algeria ad opera di una organizzazione vicina ai terroristi di al Qaeda, sarebbe stata rilasciata in Mali. La notizia, diffusa nella mattinata di ieri dall’emittente Araba al Jazeera e ripresa da numerosi media locali, non ha trovato conferma dagli uffici della Farnesina, anche se la convergenza di fonti diverse e attendibili, fa propendere per un certo ottimismo.

Sempre secondo i media africani, la donna sarebbe attualmente in viaggio verso Bamako, capitale del Mali, e soprattutto, sarebbe finalmente in mani italiane: la notizia è stata confermata da fonti di SkyTg24, ma ciò nonostante, l’inviato speciale per le emergenze del ministero degli Esteri, Margherita Boniver ha precisato che “fino a quando la notizia della liberazione di Rossella Urru non sarà verificata, e le verifiche sono in corso, essa va considerata come non veritiera“. Intanto c’è grande trepidazione a Samugheo, in provincia di Oristano, paese di origine della Urru. La notizia della liberazione di Rossella ha trovato spazio sui grandi media occidentali e ha fatto in breve il giro della Rete: per tutti, valga la gioia di Fiorello su Twitter, che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello agli internauti affinchè sostitussero l’immagine del proprio account con quella della 29enne sarda e che ha festeggiato la notizia con un “hip, hip, Urrù“.

rosella-urru

Più di quattro mesi è durata la prigionia di Rossella Urru e c’è da dire che non sempre i media italiani se ne sono occupati dando il giusto risalto alla vicenda. Almeno finchè dal palco dell’Ariston, durante l’ultimo Festival di Sanremo, l’attrice Geppi Cucciari ha ricordato emozionata la conterranea nel suo monologo conclusivo: Spero che in Italia a fare notizia siano anche donne così“. Da allora la mobilitazione in Rete è diventata fortissima e le iniziative di solidarietà e gli appelli per Rossella si sono moltiplicati.

Nell’attesa della conferma della sua liberazione, c’è da sperare che i media italiani non dimentichino gli altri italiani ancora prigionieri all’estero: il gruppo di al Quaeda nel Maghreb, l’associazione terroristica della regione sahariana che avrebbe rapito la Urru, terrebbe ancora in ostaggio anche un’altra italiana, Maria Sandra Mariani, mentre non si hanno ancora notizie di Franco La Molinara, rapito a maggio in Nigeria, nè di Bruno Pellizzari, nelle mani dei pirati somali ormai dal 2010.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *