Scherzi a parte: “vittime” Corona, Autieri, Signorini ed altri. Problemi con gli scherzi girati sulla Costa Crociere

By on marzo 28, 2012

text-align: center”>Luca e Paolo guadagneranno 30.000 euro a puntata

Sarebbe dovuto partire il 21 febbraio, poi spostato al 20 marzo e poi infine l’ufficialità Scherzi a parte inizia lunedì 2 aprile. La dodicesima edizione dello storico programma di Canale 5 vedrà alla conduzione le ex iene Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu che, dopo il successo sanremese, saranno per la prima volta i padroni di casa di uno show. I promo, non particolarmente originali, sono in onda da qualche giorno e a pochi giorni dal debutto è tempo di indiscrezioni. Mediaset non vive un buon momento quindi sarà un’edizione all’insegna del risparmio e con un budget ridotto. I conduttori intascheranno “solo” 30.000 euro a puntata, avranno a propria disposizione un’orchestra in studio, un corpo di ballo formato da ex atlete della Nazionale di ginnastica ritmica e  soprattutto per la prima volta il programma andrà in diretta. Si vira verso il varietà con monologhi e nessun gavettone agli ospiti presenti in studio. Fatma Ruffini e il suo gruppo di lavoro si stanno occupando degli scherzi già da molti mesi. Trapelano i primi nomi delle “vittime”: i piloti Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, l’attrice Serena Autieri e Fabrizio Corona. Questi vanno ad aggiungersi ad altri nomi che già erano circolati nei mesi scorsi: il direttore di Chi Alfonso Signorini, l’attore Rupert Everett e Max Biaggi.

 

luca-e-paolo-scherzi-a-parte-2

La produzione sarebbe in questi giorni alle prese con un problema non da poco. Alcuni scherzi sono stati girati sulle navi della Costa Crociera. La produzione aveva stipulato con la compagnia un accordo di product placement. Ora la nave ha gravi problemi giudiziari per le note vicende e la produzione sembra decisa a non mandare in onda gli scherzi girati sulla nave. Gli autori non vogliono urtare la sensibilità del pubblico scherzando su una tragedia che ha colpito l’opinione pubblica ma che soprattutto ha visto molti morti. Questo crea ovviamente un buco. Si starebbe pensando di rimandare gli scherzi che hanno ricevuto maggiore successo, non certo per un’operazione amarcord ma per sostituire gli scherzi girati sulla nave. Per Luca e Paolo questa è un’occasione importante dopo le polemiche con il padre delle Iene Davide Parenti. La collocazione del lunedì potrebbe non rivelarsi felicissima visto il periodo pasquale e il successo delle fiction Rai nella stessa collocazione. Pagherà in termini di ascolti la scelta di andare verso il varietà? All’auditel l’ardua sentenza.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *