Supercinema, Mediaset guarda al grande schermo

By on marzo 3, 2012

Ha debuttato ieri sera, in seconda serata su Canale 5, alle 23.45, Supercinema l’approfondimento sul cinema di Mediaset, curato da Antonello Sarno giornalista dedito da anni allo spettacolo, in collaborazione con Anica. Supercinema ha l’ambizioso progetto di diventare un punto di riferimento per gli appassionati di cinema, rendere conto ai telespettatori dei novità e classifiche al botteghino,  mostrare il backstage del cinema nostrano e d’oltre oceano. Il programma si presenta come una serie di sevizi rubriche che attraversano questi aspetti del grande schermo. Peccato, però, che le rubriche non scendano troppo in profondità e che rassomiglino più dei consigli veloci di visione che non un vero e proprio approfondimento.  Una rubrica sulle ultime pellicole uscite nelle sale, una per fare ‘i conti’ al botteghino, un’ intervista (nella prima puntata dedicata a Carlo Verdone), dei tributi a grandi del cinema (Alberto Sordi e Laura Antonelli),  uno sguardo sulla fine dello star system americano in concomitanza con la notte degli Oscar,  e uno spazio ‘matricole’ per i provini dei grandi attori, per esplorarne gli esordi (in questa puntata quelli di Domenico Modugno, Claudia Cardinale, Riccardo Scamarcio).

Nel complesso l’idea di dedicare uno spazio di approfondimento sul cinema è appropriata. Se si esclude l’appuntamento Rai in notturna con ‘Cinematografo’ di Gigi Marzullo, di cinema in tv non si parla mai. Piuttosto pare un po’ ‘rapido’ il modo di parlarne, con lo stile delle notizie flash, e i brevissimi commenti ai trailer .  Se  si vuole dare un solo un imput allo spettatore va bene, resta a lui poi approfondire. Questo per quanto riguarda le novità cinematografiche. Circa le altre rubriche sui cult cinematografici, troneggia uno stile molto americano, sul genere di E!, che resta a cavallo tra il gossip e il cinema.

alberto-sordi

Efficace, d’effetto forse.

In linea di massima comunque, data la difficoltà di avere notizie sull’argomento cinema, tranne nel caso degli spottoni pre-uscita, in tv, è fondamentale che Mediaset  abbia intercettato la presenza di questo vuoto cercando di colmarlo. Si spera solo che , in futuro lo scandaglio scenda più a fondo.

About Lucrezia Girardi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *