The Killing: la seconda stagione ad Aprile su Fox Crime. Ecco il telefilm dei record

By on marzo 21, 2012
The-Killing

Conoscete la serie “The Killing”? è un telefilm intrigante e veramente ben fatto realizzato da Fox e Fuse Entertainment. “Ehi ma perché dovremmo fidarci del soggettivo – seppur autorevole, permettemi – parere di un blogger?”. Ok, d’accordo. L’avete voluto voi: “Eccellente, coinvolgente, appassionante” (The Hollywood reporter), “forte suspense in ogni puntata” (Entertainment Weekly), “geniale perché è l’opposto delle classiche serie poliziesche americane, in quanto l’orrore sta soprattutto nelle conseguenze del crimine e non nella sua macabra esecuzione” (Los Angeles Times). E il tutto condito da sei nomination agli Emmy. Direi che può bastare no?

Il fulcro della storia è l’omicidio di una ragazza. Intorno alle indagini della polizia e della detective Sarah Linden ci sono i familiari della vittima, un gruppo di politici più o meno corrotti in piena campagna elettorale e altre decine di personaggi accomunati da torbidi segreti che impediscono loro di voltare pagina. Ovvio il riferimento alla Laura Palmer di “Twin Peaks”, serie del secolo sorso basata su un unico interrogativo:; “chi è l’assassino?”. Anche in questo caso ci troviamo di fronte la medesima questione e chi ha seguito la prima serie sarà rimasto profondamente deluso dal mistero non svelato del finale di stagione. Il cerchio sembrava essersi stretto attorno al Consigliere Richmond (Billy Campbell), ma la pista potrebbe non essere ancora quella giusta.

the-killing-su-fox-crime

In questa seconda stagione, in partenza dal prossimo 4 Aprile e in onda ogni Mercoledì alle 21.55 su Fox Crime (117 di Sky), la rete di CSI, vedremo le indagini portate avanti dai detective Sarah Linden (Mireille Enos) e Stephen Holder (Joel Kinnaman) farsi ancora più fitte, tanto da coinvolgere nuove, numerose persone. I primi due episodi della serie hanno registrato una media di 4.7 milioni di spettatori regalando a “The Killing” il secondo miglior debutto di sempre dopo l’horror “The walking dead” (5.3 milioni).

Secondo la critica, questa seconda stagione ha perso buona parte del pathos diventando un po’ “superficiale e dispersiva”. In ogni caso gli ascolti sono rimasti molto alti e i consensi del pubblico sempre molto numerosi. Come verrà accolta dal pubblico italiano? Circa quindici giorni e lo scopriremo.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *