The show must go off, Elio e la dedica speciale a Formigoni

By on marzo 25, 2012
Serena Dandini, la satira de la 7

text-align: justify”>Serena Dandini, la satira de la 7Non poteva chiedere di meglio, la poliedrica band milanese che fa della creatività la sua arma principale: una bella satira in versi sulla Regione Lombardia, alla luce delle recenti disavventure giudiziarie dei consiglieri al seguito di Formigoni, era da servire su un piatto d’argento per la gioia del pubblico del la 7. Elio e le storie tese vantano una storica “simpatia” per il Governatore lombardo, già oggetto di passate dediche, come l’agrodolce brano di qualche anno fa “Parco Sempione” (pesante critica sulla speculazione edilizia a Milano, tema ripreso infatti nella performance di ieri). Nel solito mix di citazioni, autocitazioni e improvvisazioni allo stato puro, gli Elii hanno regalato alla platea di The Show Must Go Off una versione assai particolare di “Romagna Mia”, ribattezzata per l’occasione “Lombardia Mia”: dal primo all’ultimo verso, una micidiale ironia sulla classe politica regionale, con tanto di esplicito augurio di un futuro “a San Vittore” per tutti i protagonisti degli scandali odierni.

ascanio-celestini-the-show-la-7

In uno studio per l’occasione trasformato in una balera d’altri tempi, Elio ha giocato ancora una volta con musica e parole sull’attualità politica, togliendosi tanti sassolini dalla scarpa su un tema particolarmente sentito. Chissà se e come reagiranno le “vittime” di questa canzone, quella maggioranza Pdl-Lega chiamata in causa espressamente in un passaggio del brano, e soprattutto Formigoni, assai sensibile alle polemiche degli ultimi tempi. In una puntata quasi interamente improntata alla satira sull’attuale governo (sempre più convincenti le parodie dei ministri Fornero e Cancellieri, le due “lady di ferro” del governo Monti), la musica di Elio e Le Storie Tese ha fatto da cornice di alta qualità. E’ stato detto di tutto sullo show di Serena Dandini, ma l’unico reale problema della trasmissione rimane la collocazione al sabato sera: “guardateci registrati, come fanno tutti!”, ha consigliato la stessa Dandini, mentre duettava con la finta Cancellieri che le rimproverava la scelta ricordando che “il Sabato si esce”.

Non solo risate, nello show andato in onda ieri, data la presenza dell’illustre economista Jean Paul Fitoussi, personaggio di fama mondiale apprezzato per le sue esplicite critiche al sistema finanziario globale. L’altro atteso ospite, l’attore Giorgio Tirabassi, si è poi prodotto anche in una grintosa performance musicale, dando prova di capacità artistiche a 360 gradi. Tra liete sorprese e gradite conferme, The Show Must Go Off continua a recuperare terreno, nonostante le secche dello share, preoccupazione comune a tante trasmissioni di buon livello de la 7 e non solo. Cosa manca allo show di Serena Dandini per “fare il botto” di ascolti?

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *