The Show Must Go Off: le nuove parodie di Formigoni e Sciarelli e la maestrina Fornero alle prese con la Camusso

By on marzo 18, 2012

text-align: center”>Imitazione Fornero The Show Must Go Off

Nell’era postberlusconiana del crollo di ascolto dei talk show e dei (pochi) programmi di satira in onda sui nostri schermi, The Show Must Go Off, lo spettacolo del sabato sera di La7 condotto da Serena Dandini, continua a sfornare personaggi e parodie, incurante della guerra a colpi di share che si combatte tra Rai e Mediaset. Nella puntata in onda ieri sera due new entry hanno animato lo show satirico. Uno straordinario Max Paiella ha svestito i panni del sindaco Alemanno alle prese con la sua incapacità di risolvere le mille emergenze della Capitale e si è trasformato nel presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni: sorriso sgargiante e camicia hawaiana, per niente lontanto dalla realtà stilistica dell’esponente del Pdl, Paiella si è inventato una parodia riuscitissima giocando sugli scandali giudiziari che hanno colpito il Pirellone. Incurante dei tanti indagati presenti nel suo staff, Formigoni trasforma il 39° piano del palazzo della Regione in una spa, con tanto di sauna e sala massaggi, invitando perfino la conduttrice a provare la “Minetti terapia“. E delle inchieste che pendono sui suoi collaboratori? Il Presidente se ne lava le mani “come Ponzio Pilates“.

Altra new entry della serata, l’esilarante Francesca Reggiani nei panni di Federica Sciarelli: il programma sulle scomparse di Rai3 si trasforma in ‘Ndo l’hai visto, titolo che ben si associa alla marcatissima cadenza romana della bionda conduttrice caricata ai limiti del verosimile. La romanaccia Sciarelli si occupa di improbabili sparizioni e ritrovamenti, come il caso di ieri sera: la denuncia di un certo Pierluigi Maria Bersani in cerca della scomparsa signora Sinistra, che sta diventando un vero e proprio giallo. “L’ultimo ad averla vista è il vicino di casa di Bersani, un certo Nicola Vendola, detto Nichi” spiega la Sciarelli, che come foto della donna scomparsa cita quella di Vasto. Aggiungendo poi che la stessa signora Sinistra sarebbe stata avvistata a casa Berlusconi, accompagnata da tale Matteo Renzi: “E che si saranno detti?“. Infine non poteva mancare l’imitazione cult di quest’anno, quella di Germana Pasquero nei panni del ministro del Lavoro Elsa Fornero, stavolta impegnata in un duello a distanza con l’ospite in studio Susanna Camusso.

diego-bianchi-zoro

La leader della Cgil ha parlato sul divano della Dandini della trattativa in corso per la riforma del mrrcato del lavoro e sulla Fornero si è espressa così: “Sì, è vero che a volte ci sembra di stare in classe più che ad un tavolo di trattativa, io come voto prendo sempre un’insufficienza“, confermando l’aria un po’ da maestrina che la Pasquero riproduce perfettamente nella sua parodia. E la Camusso si prende la sua rivincita dando un voto alla Fornero: “Finchè non si fa l’accordo è insufficiente anche lei“. Pochi minuti dopo ecco in collegamento proprio la ministra alle prese con una telefonata del “preside Monti. Mi ha fatto un cazziatone per la quaestione della paccata di miliardi“. E continuando a giocare sul nuovo linguaggio informale della Fornero, ecco che la Camusso viene definita “una squinzia“. Alle prese con il gioco dei pacchi in stile Affari tuoi, con cui spera di risolvere la trattativa con i sindacati sul lavoro e gli ammortizzatori sociali, la Fornero chiude con la sua solita dichiarazione d’amore al suo premier, gelosa della Merkel venuta a Roma “a pomiciare con Mariolino“. Sicuramente la parodia più riuscita degli ultimi tempi, a dimostrazione che la satira non è morta senza Berlusconi.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *