“The walking dead”: in autunno la terza stagione

By on marzo 28, 2012
the walking dead 3 serie tv

text-align: center”> the walking dead 3 serie tv

La seconda stagione è terminata solo una decina di giorni fa che già c’è fervente attesa per i nuovi episodi di The walking dead, la serie tv prodotta dal 2010 dalla AMC e creata dal regista Frank Darabont che si è basato sull’omonimo fumetto scritto da Robert Kirkman e illustrato da Tony Moore e Charlie Adlard. La trama racconta le vicende di un gruppo di sopravvissuti dopo l’invasione del pianeta da parte degli zombie. I nostri protagonisti cercano di salvarsi vagando alla ricerca di un luogo stabile e sicuro. Alla loro guida c’è l’agente di polizia Rick Grimes, che si è risvegliato dal coma proprio qualche settimana dopo la catastrofe. Oltre a fare i conti con gli zombie, il gruppo sarà messo duramente alla prova e scoprirà che il pericolo, a volte, dipende anche dagli umani stessi catapultati in un ambiente senza regole e senza controllo. La serie ha avuto un’ottima accoglienza da parte del pubblico americano che è arrivato a toccare persino gli 8 milioni di telespettatori nel corso dell’ottavo episodio della seconda stagione, trasmesso dopo una lunga pausa. Nel cast Andrew Lincoln (Rick Grimes), Jon Bernthal (Shane Walsh), Sarah Wayne Callies (Lori Grimes), Laurie Holden (Andrea), Jeffrey DeMunn (Dale Horvath), Steven Yeun (Glenn), Chandler Riggs (Carl Grimes), Norman Reedus (Daryl Dixon). La terza stagione di The walking dead non sarà comunque trasmessa prima del prossimo autunno. Intanto ecco cosa è successo nella puntata conclusiva della seconda.

 

una-scena-di-the-walking-dead

Dopo i terrificanti racconti di Randall, Daryl riferisce al suo gruppo del pericolo che costituisce l’uomo. Rick vorrebbe ucciderlo, pertanto dà a tutti appuntamento per una riunione al tramonto. Dale però è contrario, e cerca di prendere tempo per convincere gli altri a non giustiziarlo. Decide quindi di parlare con Andrea e chiederle di fare la guardia al fienile in cui è rinchiuso Randall, ma Shane e Carl accorrono sul posto per convincere la donna a prendere le armi e sovvertire gli equilibri del gruppo. Carl intanto raggiunge l’accampamento di Daryl, poi si ritrova solo nel bosco e viene aggredito da uno zombie. Alla fine riesce a fuggire. Dale continua a sostenere di risparmiare la vita di Randall, perchè la sua uccisione segnerebbe per sempre la linea di confine fra la civiltà del gruppo e la legge del più forte. E’ il tramonto e il gruppo si riunisce: le parole di Dale convincono solo Andrea, mentre Rick decide di uccidere Randall. Ma al momento di sparargli resta bloccato dalle parole di suo figlio Carl, che freddamente gli intima di compiere il gesto. Alla fine della puntata è lo stesso Dale a restare vittima di uno zombie. Gli altri cercano di soccorrerlo ma è ormai troppo tardi. Daryl è quindi costretto a sparargli.

Nella terza stagione verrà data risposta ad alcune domande. Ampio spazio verrà dato al personaggio di Michonne, uno di quelli che sarà rappresentato molto similmente a quello del fumetto originale. Nonostante la diversità di alcune storie il carattere dei protagonisti viene sempre rispettato al massimo delle possibilità. Un altro aspetto importante sarà l’ambientazione: i fan della serie hanno già capito che questa nuova stagione avrà come scenario la prigione. Il rischio sarebbe potuto essere quello di anticipare troppo gli avvenimenti, ma altri personaggi stanno per essere introdotti (uno su tutti è quello del Governatore). Ma dalla produzione fanno sapere che non mancheranno sorprese e che questa sarà forse la stagione migliore.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

9 Comments

  1. Ilaria

    marzo 28, 2012 at 16:13

    Io ho visto qualche puntata della prima stagione ma mi sembrava un po’ noioso, ci sono già tanti film sugli zombi in giro e questa serie non mi sembrava nulla di nuovo, poi vabbè io non sono una grande fan dell’ horror quindi forse farei meglio a stare zitta… XD

    • Luca Mastroianni

      marzo 28, 2012 at 16:28

      ciao ilaria, ma no, ha i espresso una tua opinione e almeno hai visto la puntata prima di dare un giudizio!! Mica può piacere a tutti. Segui il nostro blog, magari trovi altre informazioni che ti possono interessare!!! Buona giornata!

  2. simone

    marzo 28, 2012 at 20:17

    ciao a tutti, inizio col dire che amo questa serie ^_^ per come la vedo io con alti e bassi fonde l’azione..la suspance.. colpi di scena ecc.. ben studiati e le tematiche.. l’approfondimento dei personaggi…lo adoro..anche se qualche personaggio lo odio.. non lo dico… ( LORY) ahhahah manipolatrice del cavolo….pure carl…poco a poco sto cambiando opinione su di lui..mi dispiace davvero della dipartita di dale e sophie…uhuhu…. daryl dixon è un grande =)

  3. serena

    marzo 30, 2012 at 22:05

    aspetto con ansia la 3 stagione…ho tanti pensieri su come potrebbe andare.
    anche se spero che LORY cambi opinione su RICK, ha cercato sempre di fare il meglio x il gruppo. DARYL è il migliore lo amo!!!!!!!!!!!

    si scontrera con il fratello di sicuro e spero che n cambi atteggiamento xchè cosi è perfetto

  4. Roby

    marzo 31, 2012 at 20:25

    Penso che la storia debba uscire dal fumetto e giungere a un finale…
    Altrimenti rischiamo di trovarci davanti a una pizza senza fine e senza risposte di magari 4 o 5 stagioni…
    La storia segue il fumetto (a parte qualche sfumatura) meno violento e centrato sui personaggi… Quindi in teoria chi cerca un pochino su Internet sa già come potrebbe svolgersi anche future due stagioni in più… Capisco che il fumetto dia tanto sugo per fare puntate… ma… penitenziario, poi Washington,,, insomma..
    Serve un finale… neppure il fumetto ha il finale ancora e questo mi preoccupa..
    Quanto mi dispiace che non abbiano continuato Flashforward… ma mi sembra che siano privi di ideee questi sceneggiatori…
    AVANTI STUPITEMI!!!

  5. lol

    aprile 3, 2012 at 17:19

    i soliti stronzi che anticipano gia tutta la trama della stagione.

    • Roby

      aprile 8, 2012 at 10:17

      Basta che leggi su Internet… ci sono i fumetti (15 volumi e ancora senza fine)… e la serie (a parte qualche allungamento forse eccessivo per i miei gusti) la sta seguendo.. e se leggi sulla AMC, hanno intenzione di fare sicuramente 4 stagioni…
      Quindi preparati alla spadaccina Mechionne (che diventerà fidata alleata di Rick, al governatore… dopo il penitenziario si va a Washington e Rick e senza una mano, sacrificata… (ultimo fumetto)
      Altro? stupida creatura…
      La tua ignoranza nel giudicare “stronzo” una cosa che è leggibile ovunque è palese… Probabilmente sei ancora munito di televisore con tubo catodico e internet 56kb…
      Se vuoi ti anticipo Resident Evil 5 – Retribuition… e dimenticavo, Fast and Furious continua con altri due capitoli… la ragazza non è morta…

  6. luca

    aprile 3, 2012 at 18:24

    Iol ma cosa dici? dove la leggi la trama? Sono notizie che trovi ovunque… mah

  7. Fra

    aprile 4, 2012 at 01:52

    Non particolarmente entusiasta della 2° stagione, fin troppa introspezione dei personaggi a discapito dell’azione, con una non troppo velata se non netta distinzione fra chi rappresenta una zavorra(Carol e Beth fra tutte) chi un pericolo(manco a dirlo,Shane) e chi non sa dove schierarsi(Andrea).
    T-dog poteva proprio non prendere parte a questa stagione che più che un paio di camei non ha fatto.
    Carl a quanto pare ha anticipato di un 7 anni anni abbondanti una crisi prepuberale in quanto non c’è stata una volta che abbia ascoltato i genitori o chi per essi,combinando ben più di un casino ma uscendone indenne ogni volta.
    Non so, è venuta a mancare proprio la possibilità allo spettatore stesso di scoprire la personalità e ruolo dei singoli all’interno del gruppo, c’è stata proprio un’esternalizzazione eccessiva del carattere degli stessi, dando così per scontato CHI combinerà COSA.
    Intanto, aspettiamo la terza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *