Tv: bollino per tutta la durata dei programmi e stop alle trasmissioni pornografiche

By on marzo 24, 2012
bambino davanti alla tv

text-align: justify”>bambino davanti alla tvIl bollinorosso, giallo o verde – dovrà restare in sovrimpressione durante tutta la durata dei programmi tv, non soltanto all’inizio. Inoltre, non si potranno più mandare in onda trasmissioni pornografiche o violente, nemmeno di notte e fatta eccezione per le pay per view. Sono questi i punti basilari dello schema di decreto legislativo approvato nelle scorse ore dal Consiglio dei Ministri su proposta del ministro per gli Affari europei Enzo Moavero Milanesi, con lo scopo di rafforzare e per certi versi inasprire “la normativa di disciplina dell’esercizio delle attività televisive a tutela degli spettatori di minore età”. Una nota di Palazzo Chigi sottolinea che queste modifiche “uniformano, sul piano lessicale, le norme italiane con la disciplina comunitaria e la arricchiscono con alcune ulteriori previsioni a tutela dei minori, recependo gli orientamenti espressi dal Comitato per la Tutela dei minori”.

Non solo, dunque, per il bene dei più piccoli apparirà sempre il simbolo che avverte sull’eventuale presenza di contenuti non adatti a loro, per quanto si farà “un più ampio utilizzo delle nuove tecnologie che consentono al genitore di utilizzare codici personali di accesso”: su quest’ultimo aspetto, tuttavia, si attendono ulteriori delucidazioni.

bambina-davanti-alla-tv

Per quanto riguarda il divieto di trasmettere programmi pornografici, anche nelle ore piccole, si mira a focalizzare meglio la distinzione fra il regime riguardante le trasmissioni lineari (in chiaro e a pagamento) e quello per le trasmissioni non lineari, che resteranno le uniche a poter ospitare prodotti vietati ai minori di diciotto anni. Ancora, sempre per fornire risposte adeguate alle indicazioni della Commissione Europea sono state eliminate le ambiguità sulla disciplina dei trailers inerenti le opere di nazionalità europea. In particolare, si escludono, a determinate condizioni, i messaggi promozionali a favore dell’incremento della lettura e i trailers cinematografici di opere europee ai fini del calcolo dei limiti di affollamento pubblicitario.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *