Ultimo saluto a Germano Mosconi, giornalista sportivo

By on marzo 1, 2012
addio-a-germano-mosconi

text-align: justify”>Addio a Germano MosconiDopo una lunga malattia si è spento Germano Mosconi, giornalista storico delle reti venete. Nato a San Bonifacio l’11 novembre del 1932, era vicino al traguardo degli ottant’anni. Dopo una grande carriera giornalistica e televisiva, ultimamente compariva, in qualità di opinionista, sull’emittente televisiva TeleArena per le partite di Chievo e Verona. Come dicevamo è stato uno dei volti più noti della televisione del nord – est italiano negli anni ottanta e novanta grazie al suo lavoro di giornalista e alla presentazione del telegiornale di Telenuovo (emittente veronese). Fu protagonista della cronaca della miracolosa vittoria dello scudetto dell’Hellas. Nella sua carriera di cronista sportivo vanta una collaborazione con il Gazzettino. Ma fu anche corrispondente, sempre da Verona, per la Gazzetta dello Sport. Inoltre ha preso parte a L’arena, era nel gruppo di Telenuovo per la televisione e fu grande punto di riferimento per Il nuovo Veronese, realtà anche questa radicata nel territorio.

Come abbiamo accennato, la seconda fase della sua carriera televisiva l’ha visto protagonista come opinionista per TeleArena finchè la salute e il fisico hanno retto. Grazie alla sua grande competenza e la sua impeccabile professionalità è considerato, a buon diritto, mentore delle nuove generazioni che si sono affacciate alla realtà sportiva nel nord – est. Tra le sue grandi passioni quella del golf, sport per il quale curò una rubrica sempre per L’Arena. E’ stato protagonista di tutti i più importanti eventi della vista sportiva di Verona. Dal già citato scudetto dell’Hellas alla scalata del Chievo per raggiungere le grandi fino alle soddisfazioni nel basket, seguendo la Scaligera nella vittoria della Coppa Italia, del Supercoppa Italiana e della Coppa Korac.

addio-a-germano-mosconi

Recentemente, a partire dal 2004, una fonte anonima pubblicò sulla rete una serie di fuorionda delle vecchie registrazioni del telegiornale presentato da Mosconi, nelle quali si ascoltavano le colorite imprecazioni del giornalista, provocate dai problemi del giornale e gli errori della redazione. Fu uno delle prime vittime del web ma Germano non mostrò mai di aver accettato il gioco, tanto da rigettare la notorietà ricevuta dai filmati denunciando anche gli anonimi, responsabili dello scherzo. In effetti, il divertente montaggio aveva trasformato Mosconi in un comico inconsapevole. Nel giro di poco tempo proliferarono pagine web e forum dedicati alle imprese dei suoi fuorionda. Mosconi in modo chiaro cercò di allontanarsi da quella immagine falsata che la rete diede di lui.

Riprova della sua grande eleganza e serietà fu la vicinanza dei suoi colleghi di lavoro e amici.

About Gianrico D'Errico

Nato a Cisternino (BR) nel 1988. Laureto in Filosofia è laureando in Scienze Filosofiche a Padova. Ama le serate con gli amici (preferibilmente a casa con coperta e cioccolata calda). Da sempre lo accompagna la passione per il cinema, gli sono irresistibili le commedie nere. Diventare giornalista è una delle tante opzioni che ha appuntate sul suo taccuino delle cose da fare da grande (assieme all'astronauta e l'inventore di cose utili). Per adesso ci prova con tanta passione per la scrittura e la televisione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *