Verissimo: Gigi D’Alessio si racconta a 360°

By on marzo 10, 2012
foto gigi d'alessio

text-align: justify”>foto gigi d'alessioNon solo l’amore sconfinato per Anna Tatangelo: in collegamento dalla sua dimora romana con gli studi di “Verissimo”, Gigi D’Alessio ha raccontato ogni aspetto della sua vita. Con lui, Alfonso Signorini nelle vesti di inviato e “pettegolo” incallito, sempre pronto a stuzzicarlo. Fra le domande di Signorini e quelle di Silvia Toffanin, il cantautore napoletano ha rivelato anche suoi aspetti inediti. Come, ad esempio, una piccola amarezza: “Il successo l’ho vissuto poco, ho avuto sempre nuovi sogni da raggiungere. Non l’ho goduto”. L’intervista è stata realizzata nei vari angoli della villa, ribattezzata “Amorilandia”: una roba stratosferica, bisogna dirlo, con studio di registrazione e studio personale, enorme veranda, persino un campo di calcio. Gigi ha parlato con immenso affetto dei suoi quattro figli: Claudio, Ilaria e Luca, avuti dall’ex moglie Carmela Barbato, e il piccolo Andrea, frutto invece del legame con Anna. Si definisce un padre sempre presente e anche esigente. Più in generale, è legatissimo a tutti i componenti della famiglia, che vede praticamente ogni giorno e con cui fa tutto: “Non esce niente fuori dalla famiglia”, ha detto da vero uomo del Sud.

Quanto ai suoi genitori, “erano fantastici – è il suo racconto – Mia madre, purtroppo, non mi ha visto cantare, con tutti i sacrifici e le soddisfazioni. Mio padre sì. All’inizio della mia carriera si comprava i biglietti dei concerti senza dirmi nulla, veniva a sentirmi e scoppiava a piangere. E’ il mio mito”. Ancora forte il dolore per la perdita di suo fratello Pietro, stroncato da un tumore: “Non poter fare nulla è un’esperienza bruttissima”. Gigi le ha tentate tutte, si è rivolto ai migliori medici, anche su insistenza dello stesso Pietro (“non voleva morire e confondeva il successo con l’onnipotenza”), ma il male ha avuto la meglio. E, alla luce di quanto accaduto, è giunto a una conclusione: “L’accanimento, dinanzi alla malattia, è la cosa peggiore”.

dalessio-tatangelo-figlio

Gli occhi gli si illuminano sempre quando parla della Tatangelo, cui ha dedicato la canzone “Io sarò per te” contenuta nell’ultimo album. Non ha negato di essere geloso: “La gelosia è un grande sentimento, però bisogna stare attenti a non esagerare. Io dico sempre che l’amore devi lasciarlo libero”. E quel seno “schizzato” fuori dall’abito durante una sua esibizione a Ballando con le stelle? Gigi sdrammatizza: “ballando, ballando… succede”. Sicuro che la cosa non gli abbia fatto né caldo, né freddo? “Sono contento – ha poi commentato Gigi – perché sta dando il meglio di se stessa. E’ felice”. Certo, ammette di sentire la mancanza della compagna in versione casalinga, in particolare dei suoi dolci. Ma in fondo va bene così. Anzi, va più che bene. Talmente bene che “il matrimonio ci sarà al più presto”, annuncia. E poi confessa uno dei “segreti” della sua serenità: la fede. “Tutte le mattine mi sveglio, mi faccio il segno della croce e prego”. E’ devoto a Natuzza e Padre Pio, ma un posto speciale nel cuore lo occupa Papa Giovanni Paolo II, che ha conosciuto personalmente: “Era un Papa che ogni tanto si vestiva da uomo. E’ stato il nostro Papa”.

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *